18 marzo 2011

Siate cittadini! non servi o sudditi!!

"L'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo che la esercita nei limiti e nelle forme della Costituzione
Art 1 Cost.
LA SOVRANITA' APPARTIENE AL POPOLO
Vi chiedo di fermarvi e riflettere su questo.


SIATE CITTADINI! NON SERVI O SUDDITI
di una classe dirigente che baratta i diritti di noi cittadini con i loro interessi privati.


IL NUCLEARE NON è LA SOLUZIONE: E' IL PROBLEMA.
IO DICO NO AL NUCLEARE: 
VOTERO' SI AL REFERENDUM

A questo punto mi sembra giusto anche argomentare la mia scelta:
dico al nucleare perchè:
Non servirà ad abbassare le bollette; ne a liberarci dalla schiavitù del petrolio!
Non si ridurrà l'inquinamento che anzi aumenterà con danni alla nostra salute e deturpazione irreversibile del territorio;
Non esiste nè un nucleare sicuro ne tanto meno un metodo di smaltimento delle scorie radiottive sicuro!
Non lo voglio nel mio paese ove mafia e corruzione hanno la meglio!
Non voglio pensare che il prezzo di questa scelta lo pagheranno i miei figli!
Non voglio il nucleare perchè i soldi spesi per le centrali li voglio spesi per fonti rinnovabili!
Non voglio il nucleare perchè non voglio pagare con la mia salute/vita la sete di potere di qualcun altro!!!
ADESSO BASTA. DECIDIAMO NOI.
Se volete prelevate il codice HTML e sistemate il banner nella colonna laterale del vostro blog.

<div class="widget-content">
<a href="http://diariodellemiericette.blogspot.com/2011/03/siate-cittadini-non-servi-o-sudditi.html"><img src="http://img851.imageshack.us/img851/6126/blogdenuclearizzaton.jpg" border="0" /></a></div>

Diffondiamo questa iniziativa, facciamo sentire la nostra voce con ogni mezzo possibile.
Non facciamo passare inosservato questo referendum!
Scrivete anche voi le motivazioni del vostro NO al nucleare.
ripeto:
SIATE CITTADINI! NON SERVI O SUDDITI!

Preferisco puntualizzare come ho già scritto in un commento qui sotto che non esprimo il mio pensiero a seguito della catastrofe giapponese, della quale non ho neppure parlato apposta.
Non si deve prendere come punto di riferimento una catastrofe per pensare al nucleare, non occorre una catastrofe per rendersi conto della pericolosità di questa fonte.
Ne parlo adesso semplicemente perchè siamo prossimi al referendum con il quale siamo chiamati ad esprimere la nostra volontà! 

Ti potrebbe interessare anche:

17 Commenti

  1. MI piace questa iniziativa e aderisco!

    RispondiElimina
  2. Trovo che in ottemperanza alla libertà di espressione e di pensiero tu ,come tanti altri ,possiate esprimere liberamente la vostra opinione ,ritenendo giusto o meno il nucleare.
    Purtroppo ,come sempre nel nostro paese , i pro e contro delle scelte governative emergono sempre dopo "catastrofi" . Quando il governo ha deciso di ritornare al nucleare ,la cosa ha fatto scalpore , ma è finita lì . Vuoi che se ne dica che non ci sono pro , vuoi che se ne dica che non ci sono contro , la mia posizione è la seguente : il nucleare non è o bianco o nero , in se ha infatti entrambe le facce della medaglia , io però lo vedo positivamente , e non credo che questo possa nuocere al nostro paese ,aldilà della critica verso la classe dirigente ,su cui ci sarebbe tanto da dire , credo che siamo indietro rispetto agli altri paesi europei che il nucleare l'utilizzano e come e non hanno bisogno i importare l'energia elettrica da altri ,capisco che l'argomento diventi attuale dopo la catastrofe giapponese,ma non dimentichiamo che il nucleare in italia c'era e le centrali sono stata chiuse proprio dopo ad un referendum dopo la catastrofe di cernobil..quindi ritengo che il popolo è sovrano , che siamo Noi il potere , e che forse se ci sarà il referendum, vincerà il si ! però dato che siamo in un paese libero la mia la devo dire.. a presto

    RispondiElimina
  3. @Pasticcina: hai scritto un bel commento e visto che siamo in un paese democratico gnuno ha il diritto di avere una propria idea.
    Ci tengo solo a precisare che il mio post si discosta dalla catastrofe giapponese della quale non ho proferito parola proprio perchè per me non è tenuta in considerazione.
    Non intendevo parlare di questo argomento in seguito alla catastrofe in questione.
    Intendo solo parlarne in tempo prima che il popolo sia chiamato a decidere :)

    RispondiElimina
  4. Grazie Erica!!! Avevamo davvero bisogno di una iniziativa del genere!!...permettimi di dire che fra tutte quelle che abbiamo condiviso è quella che più mi tocca il cuore e non solo per ciò che stiamo vivendo questi giorni...no...già dalle prime battute sull'intenzione di questo governo che non mi rappresenta, io ho dissentito e provato rabbia e annientamento...si proprio così, visto che ho sentito vano quel mio voto dato al primo referendum sul nucleare....questo governo che invece di rappresentarci porta di noi all'estero una immagine meschina che in nessun modo rappresenta noi, cittadini senza voce...ma ora ancora una volta faremo sentire la nostra voce attraverso l'unico "megafono" che ci viene concesso....il voto...questa è la nostra voce l'arma che non possono disarmare se noi non lo vogliamo!!!

    RispondiElimina
  5. condivido pienamente la ua risposta al commento di pasticcina 85...è vero il nucleare cmq è intorno a noi ma io dentro di noi non ce lo voglio ora come non ce lo volevo allora...stranamente ..le due volte che il nostro paese si accingeva al nucleare in larga scala qualcosa lo ha impedito......imparare dagli errori altrui...imparare

    RispondiElimina
  6. Brava Erica. Mi piace tanto e concordo su tutto quello che hai scritto sul nucleare. Il fatto che altri paesi (i loro governi) lo condividono a me non da alcuna garanzia. Prferisco pensare con la mia testa e agire per la mia vita e soprattutto per la vita di mia figlia. Chi le torce un solo capello se la dovraá vedere con me. Grrrrrr. Che vita atroce. Dann

    RispondiElimina
  7. Condivido in pieno il tuo pensiero! NO AL NUCLEARE!!! abbiamo moltissime risorse pulite alternative, non abbiamo bisogno di quell'energia sporca e pericolosa!!

    RispondiElimina
  8. finalmente i blogger si sveglianooooooooooo

    ho un bannerino di NO AL NUCLEARE! da giorni, penso non ci sia bisogno di spiegare ulteriormente come la penso; leggi questo mio post di qualche giorno fa, siamo in sintonia http://incucinasenzaglutine.blogspot.com/2011/03/che-visser-sanza-nfamia-e-sanza-lodo.html

    approvo pienamente l'iniziativa

    Vale

    RispondiElimina
  9. condivido appieno quanto dici e linko questo post sul mio facebook http://www.facebook.com/nonnAnna
    Cerchiamo di farlo circolare il più possibile chissà che non entri nella testa di tanta gente
    prima che il popolo sia chiamato a decidere.
    Tante serene giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina
  10. Dico NO AL NUCLEARE ora e sempre, non importa se dicono che quello che è successo a CERNOBIL o a FUKUSHIMA sono eventi eccezzionali, le conseguenze verranno pagate per anni e anni, perdonatemi se sono cruda ma voglio riportare parte di un articolo letto in questi giorni on line "«La bomba atomica si fa con uranio arricchito al 93% – Tutt’altro discorso per il plutonio che in natura non esiste, è un’invenzione dell’uomo. La pericolosissima sostanza, infatti, viene generata nel processo di produzione di energia nucleare che usa l’uranio come materia prima»
    Per un ordigno con una resa energetica dell’ordine di quella che distrusse Hiroshima e Nagasaki bastano 27 chilogrammi di uranio altamente arricchito, oppure 8,55 chilogrammi di plutonio». Pericoli? «Il plutonio se viene ingerito o inalato è più pericoloso del cianuro
    un microgrammo può bastare per uccidere un essere umano».
    Ha una vita di 24 mila anni. Si attacca alle ossa, sostituendo il calcio, martella il midollo osseo, modifica i tessuti, causa tumori e leucemie».
    Penso che queste poche righe possano bastare a chiarire ciò che penso sulle centrali nucleari.
    Erica grazie per averci dato l'opportunità di esprimere un giudizio su questa spinosa questione, mi auguro che il 12 e 13 giugno al referendum vinca il si.

    RispondiElimina
  11. sono daccordo in pieno, anche se come osserva pasticcina, sarebbe stato meglio maggiore fervore da parte delle persone anche senza il problema giappone

    RispondiElimina
  12. Hai scritto un gran bel post con valide argomentazioni, io ancora non ho deciso, sono una di quelle che si lascia sommergere dai sentimenti scaturiti dalla tragedia giapponese quindi la mia decisione adesso sarebbe falsata. Un abbraccio Kris

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con te. Lo pensavo prima e lo penso adesso!
    Un bacione

    RispondiElimina
  14. Grazie per questo post. Prendo il banner e... ricordiamoci che ci saranno anche due quesiti sulla privatizzazione dell'acqua. Importantissimie quindi motivo in più per andare a votare.

    RispondiElimina
  15. Condivido pienamente cara Erica!!!!! Un abbraccio cara, buona domenica!

    RispondiElimina
  16. sono d'accordo con te Erica, ho preso già il banner e l'ho messo nel mio blog. non è la direzione giusta quella del nucleare, almeno secondo me.
    un bacione
    Mirka

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram