21 marzo 2012

Gnocchi di patate viola

Le patate viola a differenza di quanto possono pensare molte persone sono una varietà di patate data proprio dalla natura: non c'è manipolazione di alcun genere.
Sono ricchissime di antiossidanti: perciò aiutano a ridurre l’invecchiamento e combattono i radicali liberi.
proprio grazie alle sostanze che contiene per il suo colore viola. Tali sostanze sono, dichiara la ricercatrice Soyoung Lim, le antocianine, cioè pigmenti che si trovano nei vegetali ed agiscono come protettori nella prevenzione del cancro e dell’invecchiamento.

E' una patata molto più piccola rispetto a quelle normali e sono caratterizzate dalla buccia e dalla polpa di colore viola.
Sono molto ricche di amido e ciò le rende perfette per fare i gnocchi, per questo ho voluto provare ^_^ infatti richiedono molta meno aggiunta di farina quindi rimarranno molto più morbidi.

Le patate viola non sono molto facili da trovare, e hanno un prezzo davvero molto elevato: circa 4 o 5 euro al kg (a causa della bassissima resa che hanno ad ettaro) ma per una volta si possono provare ^_^

Tessuti e porcellane WALD
La prima cosa che mi son chiesta sulla preparazione è "quanto tempo devono bollire la patate viola?"
Essendo più piccole e non avendo idea della consistenza... ho provato ed ho ottenuto na cottura perfetta (questione di fattore C presuppongo)
Comunque per una buona cottura ho utilizzato una pentola a pressione per 18 minuti dal fischio e le ho fatte riposare dentro la pentola chiusa dopo aver fatto uscire il vapore per altri 10 minuti.

I gnocchi sono una valida alternativa alla pasta, li possono mangiare anche persone che devono seguire un regime alimentare ipocalorico come me, quindi li ho preparati Domenica per tutti ^_^

Il mio pranzo prevede
170 gr di gnocchi + 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva e 5 gr di parmigiano  per condire.
verdura a volontà

Ma ecco come ho realizzato i gnocchi:
Ingredienti per 5 persone: 
circa 1,5 kg di patate viola lessate con la buccia (in pentola a pressione vedi sopra)
Olio extravergine di oliva ( messo la sera prima in una tazzina con 4 foglie di salvia)
2 tuorli di uovo di gallina ruspante.
2 manciate di farina (regolatevi voi in base alla vostra farina

Procedimento:
  • Pelate le patate e passatele con lo schiacciapatate.
  • Lavorate con la farina ed i tuorli d'uovo fino ad ottenere un composto omogeneo e lavorabile.
  • Formate dei piccoli salamini di 1 cm di diametro e tagliatelo a tocchettini per ottenere gli gnocchi.
  • Cuoceteli in acqua bollente, conditeli e serviteli belli caldi :)
Note personali:
- Per i non a dieta potete aromatizzare dle burro con la salvia o condirli con qualsiasi altro sugo di aggradi
- E' vero che hanno una consistenza soda ma morbida: mi son molto piaciuti
- Sono un piatto particolare, per variare un po' e stupire gli amici a cena ^_^
- e' importante non acquistare mai uova di galline allevate in gabbia! per imparare a leggere il codice potete leggere qui

Se posso consigliarvi dei condimenti:
- Gorgonzola, cubetti di pere e gherigli di noci
- Panectta affumicata passata in padella, rucola fresca e grana
- Zucchine alla griglia e gaberetti appena scottati.
- Burro e tartufo
- Crema di funghi porcini e nocciole tostate

Ti potrebbe interessare anche:

19 Commenti

  1. buonissimi...e poi quel colore è semplicemente meraviglioso!

    RispondiElimina
  2. Ma sono le vitelotte quindi http://it.wikipedia.org/wiki/Vitelotte ? avrei tanta curiosità di assaggiarle, avevo già visto altrove la ricetta per fare proprio gli gnocchi, solo che non le ho mai viste in vendita da nessuna parte :-(
    Appena le trovo saranno mie!
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. stupendo colore! già me lo immagino con una bella cremina giallo acceso allo zafferano...mmmmh, sai che belli? devo provare!

    RispondiElimina
  4. Ciao Eri che bei gnocchi viola avranno un sapore particolare..buona primavera ;) Kiss!

    RispondiElimina
  5. ahhhhh! Fatti, FATTIII! sono bellissimi, e anche buoni, pastosi :)
    una variante l'ho giusto provata domenica, con la ricotta e il parmigiano, buoni pure così :))

    RispondiElimina
  6. ufffa ma solo io non le trovo ste papate violaaaaaaaaaa.....che belli i tuoi gnocchi li proverei se le trovassi....chiedo scusa ma con la dieta il fattore C dovrebbe ridursi o sbaglio???

    RispondiElimina
  7. Ma che belli cosi' viola, hanno un aspetto delizioso. Mi hai fatto venire proprio fame :-)
    Ma queste patate hanno anche la buccia viola?

    RispondiElimina
  8. Li ho fatti anch'io e sono proprio carini, dopo che ho scoperto che il vicino di casa di una mia collega le coltive ho risolto tutti i miei problemi :) Baci

    RispondiElimina
  9. Mi sembrano perfetti! Devo cercare queste patate visto che siamo appassionate di gnocchi...
    Buona serata

    RispondiElimina
  10. bellissimi colori (: le volevo provare ma mi sa che ormai sono in ritardo con la stagione!

    RispondiElimina
  11. mi piacciono tantissimo lepatate viola...qua sono un filino più comuni ... mmmm perfettissimi questi gnocchetti :)

    RispondiElimina
  12. che invidia, permettimelo, non riesco a trovare ste' benedetto patate viola da nessuna parteeeeeeeeeeeeeee! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  13. per chi volesse tentare, io le patate viola le ho piantate in balcone in un vaso molto capiente seguendo alcune istruzioni trovate su internet....bè ottimo raccolto E RISPARMIO GARANTITO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si Cristina! ne parlo nei prossimi post... ho notato che hanno "gettato" ed ho pensato anche io di paintarle... in questo momento sono appena nate nel mio orto ^_^ ne parlerò poi con foto ecc.. ma... il tuo commento è stato davvero utile :))

      Elimina
  14. Bella ricetta!! Spero di trovare anch'io un giorno le patate viola che sto cercando anch'io da anni! ;)

    lalexa

    RispondiElimina
  15. io non le ho mai provate le patate viola, mi incuriosiscono molto. Poi con un piatto come il tuo... Complimenti.

    RispondiElimina
  16. Meravigliose le patate viola (peccato che qui da me non le trovo!) e golosissimi questi gnocchi :)

    RispondiElimina
  17. Caspita che bel piatto che hai realizzato e con le spiegazioni iiziali mi piace ancora di più! Tu ci credi che nonostante viva a Milano non so dove trovarle le patate viola??? Sono una ciofeca ....
    un abbraccio stretto

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram