7 gennaio 2013

Cereali e cioccolato: rose del deserto.

E' molto che devo parlarvi di questa cena, in effetti troppo e finalmente trovo il tempo di scrivere questa recenzione,
in effetti ho atteso di avere un minuto in più perchè questa volta son rimasta davvero colpita e vorrei descrivervi la mia esperienza nel migliore dei modi.

Sono stata a cena il 13 Dicembre dopo aver superato l'esame di procedura civile, è stata una cena bellissima, anche perchè ho potuto festeggiare un bel 30 :) ma partiamo dal principio: questa volta non vdrete il solito reportage del tato perchè son stata così bene che ci tengo a mostravi tutto nel minimo dettaglio, le foto le ha scattate sempre lui, fotografo d'eccezione e questa volta avranno maggiore spazio!

Come sapete le mie cene le prendo quasi sempre su Groupon, non si può negare in effetti che i prezzi siano davvero convenienti e con i tempi che corrono.... con la spesa di una cena senza coupon posso prenderci due coupon ed andare a cena fuori due volte :) Ormai lo sapete, Groupon mi piace un sacco :)

Prima di tutto questo locale si trova proprio sotto il centro storico di Perugia, chi conosce Perugia sà che si accede alla ztl principalmente dalla rotatoria che ci farà prendere la strada che porta in piazza Italia.
L'uscita della rotatoria proprio prima di quella della ztl è quella che vi porterà al ristorante, che oltretutto vi garantisce un ora di parcheggio gratuito.
Insomma: è un ristorante davvero facile da raggiungere: basta seguire le indicazioni per il centro ed alla rotatoria prendere l'uscita prima della ztl.
Una volta cenato perchè non fare due passi nel centro storico? vi trovate, infatti, proprio a due passi dalle scale mobili che vi faranno attraversare tutta la rocca paolina per portarvi direttamente all'inizio di Corso Vannucci.
Insomma questo ristorante in primis offre parcheggio e si trova in un ottima posizione.

Fonte immagine: http://www.ilmolinoantico.it/perugia/
Ma non è assolutamente ciò che rende questo ristorante così speciale ma il suo proprietario: Fari, lui è un uomo così gentile, così innamorato del suo lavoro che credetemi lo svolge come meglio non si potrebbe.
Capace di gestire sia la sala che la cucina alla perfezione come pochi ci riescono.
Ma non solo una persona capace nel suo lavoro ma una persona estremamente umana è stato così gentile nel farci accomodare, un signore dai modi davvero, davvero cordiali, si è preoccupato di portarci di persona l'aperitivo e di farci prendere l'ordine.
La passione con cui gestisce questo locale gli si legge nello sguardo mentre gira per i tavoli a dialogare con i clienti chiedendo se ciò che è stato servito è stato gradito o meno, certo di una risposta positiva, vista la qualità del cibo che ci è statao servito.

Il resto del servizio: barrista e camerieri non erano meno gentili, quel giusto equilibrio tra professionalità, gentilezza e simpatia.
E se uniamo il tutto ad un atmosfera calda, moderna, frizzante, cibo di qualità... non potevamo di certo chiedere di meglio.


Il locale è ben arredato, non molto grande e ben curato, tutto era davvero bella e contribuiva a formare l'atmosfera: cosa che ho molto apprezzato è stata l'intensità delle luci e il fatto che ci fossero due televisioni ai lati della stanza in modo che i commensali, avessero potuto vedere la tv senza distinzioni di posizione, anche se, l'atmosfera era così frizzante che la tv è stata solo un contorno, come è giusto che sia.

Dopo l'aperitivo che purtroppo ci siamo dimeticati di fotografare ci sono stati portati gli antipasti:


io apprezzo molto questo genere di antipasto: perchè ciò che ho notato è la qualità degli ingredienti utilizzati e la cura dei dettagli.
Prendiamo la bruschetta al pomodoro: semplicissima in se ma il pomodoro era appena stato condito con il risultato che era ancora bello sodo e saporito non di certo come qualche volta capita di vedere pomodoro condito da ore e ore... il pane era tiepido e croccante... al pomodoro era aggiunto basilico fresco e come ho potuto notare del buonissimo olio extraverigine di oliva.
L'altra bruschetta era condita con una tapenade di olive nere cotte in forno: delizioso.
La qualità degli affettati mi è piaciuto moltissimo: prosciutto cruso, capocollo, salame toscano e finocchiona accompagnati sapientemente da due grissini.
Ecco, da notare come con il particolare del grissino di arricchisce un piatto di per se semplice: per me l'attenzione ai particolari è fondamentale: significa coccolare il cliente.
Altro punto a favore: i formaggi: due pecorini con diverso grado di stagionatura assolutamente impeccabili: uno poco stagionato ed uno molto stagionato, buoni davvero.
Ma non finisce qui: ciò che mi ha stupita maggiormente sono le due marmellate homemade che ci sono state portate per accompagnare i formaggi:
e qui diviene più evidente ciò a cui mi riferivo con la cura dei dettagli: il piatto di per sè sarebbe stato un ottimo antipasto completo in se stesso, ma accostando queste due marmellate si da la possibilità di giocare, di assaggiare, di sperimentare ancora di più nuovi sapori in modo da rendere l'antipasto ancora più stuzzicante.
Le due marmellate inoltre erano buonissime, fatte in casa: una al cedro ed una all'arancia.
Vi giuro che non ho mai assaggiato una marmellata al cedro più buona di quella: la scorza la faceva da padrone, aveva assunto tutto ciò con cui era stata aromatizzata e la sensazione masticandola con un po' di pecorino stagionato è assolutamente paradisiaca.
Conclusi gli antipasti ci è stato preso l'ordine su ciò che avremmo preferito tra i primi proposti ed i secondi:
qui tutto era come previsto dal coupon.
Abbiamo optato entrambi per primo dei tortelli tartufati:


Questi avevano una cottura perfetta ed erano conditi alla perfezione.
Dei tortelli ripieni di carne conditi con una salsa tartufata ottenuta unendo panna da cucina a salsa tartufata: un must che per me non tramonta mai.
Altro punto a favore di questo ristorante è la modernità delle stoviglie: tutto è così moderno, così nuovo che anche un piatto semplice come questo sembre subito più chic.
Poi, io adoro i piatti quadrati ;)
Per secondo invece ci siamo divisi ed ho assaggiato una della cose più buone mai assaggiate, ve lo giuro.
Ma prima ciò che ha scelto lui: Tagliata rucola e grana


Adesso vorrei puntualizzare una cosa: si sà che la tagliata è buona poco cotta, insomma, un po' al sangue, ma c'è anche chi, la vista del sangue non la tollera molto... e trovo sempre di gran cortesia chiedere al commensale il grado di cottura della carne quando si tratta di preparazioni simili.
In questo caso il cameriere è stato gentilissimo ed ha annotato subito la preferenza del commensale.
Si sà anche che la carne più la si cuoce e più questa si indurisce un po' a causa della perdita dei succhi.
In questo caso il cuoco è stato davvero molto abile perchè se dalla foto si nota bene potete vedere come al centro della fetta ancora ci sia una parte leggermente rosa: in questo caso la carne è rimasta morbida.
E' rimasta morbida non solo per la cottura magistrale ma anche per l'ottima qualità della carne, che abbiamo poi scoperto essere di razza chianina (ndr la razza chianina è una particolare razza pregiata toscana, la razza dalla quale si ricava la vera bistecca alla fiorentina, ha il manto di colore bianco e le sue carni sono famose per la tenerezza).

Ed adesso veniamo al mio secondo: Arista all'arancia 
e mi dispiaccio molto perchè non ho notato che la foto è venuta sfuocata ed ho solo questa :( chiedo perdono!


Purtroppo la foto non gli rende giustizia :(
Arista di maiale tenera anche questa, cotta al punto giusto e condita in modo davvero insolito :)
A prima vista potrebbe sembrare una classica arista all'arancia: ma non è così.
Questa arista è stata condita da Fari seguendo la sua ricetta persiana: è si, perchè il proprietario, grazie a questo piatto, abbianmo scoperto che ha origini persiane!
Ho trovato quindi semi di cumino e coriandolo e altre spezie che non son riuscita ad identificare, il cumino con la carne di maiale mi ha sorpresa tantissimo! è un abbinamento perfetto che non dimenticherò mai.
E' questo che ha reso questo piatto così gustoso, insolito e speciale: una vera sopresa.
Mi è piaciuta molto la guarinizione al piatto con fettine di arancia fresca (la carne è stata sfumata con succo di arancia fresco!) e carote grattugiate a richiamare il colore arancione.
Vi giuro che quando l'ho finita avrei voluto chiedere il bis!


Per contorno abbiamo scelto spianci ripassati in padella io e patatine fritte lui.
Anche qui nulla da dire, buoni, caldi e portati insieme ai secondi.
E per dolce?
Una fantastica torta al cioccolato... guardate servita come!


Apparte la torta che era deliziosa - può esistere una torta al cioccolato che non sia deliziosa?!- il modo in cui ci è stata servita è stata la coccola finale.... topping al cioccolato per arricchire il gusto e la vista e della buonissima panna montata fresca accanto per essere assaporata con la torta.
E qui avevo gli occhi a forma di cuoricino ;)

La cena è stata deliziosa e ci siamo molto divertiti anche perchè accanto a noi avevamo una omitiva di donne tedesche che festeggiavano non sappiamo cose e si faveno regaletti a vicenda, troppo simpatiche e carine :)
Fari è venuto spesso a parlare con noi parlandoci dei piatti e chiedendoci se tutto fosse in ordine.

Ho mangiato così bene che di certo ci tornerò, magari dopo il prossimo esame, e ci tornerò sicuramente perchè su richiesta lui cucina anche persiano!
E posso perdermi l'occasione di assaggiare un nuova cucina? 
Addirittura è stato così gentile da lasciarmi il suo numero di cellulare in modo che lo potessi avvisare quando sarei andata di nuovo così possiamo organizzare una cena persiana.

Non scorderò mai quando con orgoglio dopo i nostri sinceri complimenti ha detto o lo si fa con il cuore o niente ed è proprio così che Fari porta avanti questo bar ristorante nel cuore di Perugia.

IRIS 
Restaurant - Bar
Via G. Marconi 35
06121 Perugia
tel. 075.5721382
aperto tutti i giorni pranzo e cena

Banchetti - Cerimonie- Ricevimenti
Cucina tipica umbra
Venerdì pesce
Menù alla carta
Menù scelti
Canali sportivi Sky
free wifi
Tutti i giorni dolci freschi e sala da thè.

E come al solito ecco la mai ricetta ispirata da questa cena ;)
Il fatto è che il giorno dopo, mentre riguardavo le foto di questa cena mi son soffermata sulla torta al cioccolato... eh! quanto era buona... e che voglia di dolcetto!
Così eccomi arrangiare con tre semplici ingredienti delle rose del deserto di cereali e cioccolato :)

 Porcellane WALD

Sono una sorta di biscotti che non necessitano cottura, facili e veloci da fare sono ottimi per esempio per feste per bambini o compleanni a scuola dove non sono ammesse uova crude.

Per circa 20 rose del deserto
200 gr di cioccolato fondente
70 gr di burro
150 gr di cereali (io corn flakes di mais)

Procedimento:
  • Unite in una pentola dal fondo spesso ed a fuoco moooolto basso il burro ed il cioccolato e fate ben sciogliere.
  • Quando avrete ottenuto un composto unico e ben amalgamato unitevi i cereali e fate in modo tale che tutto sia ben omogeneo.
  • Girate il composto con le mani facendo attenzione a non rompere i cereali.
  • A questo punto stendete della carta forno  in un ripieno e adagiatevi piccole parti del composto del avrete preparato in modo irregolare in modo che sembrino proprio rose del deserto.
  • Fate freddare il tutto e ... attenzione che creano dipendenza!


Ti potrebbe interessare anche:

5 Commenti

  1. Bello questo ristorante, segno il nome anche perché mi piacerebbe tornare a visitare Perugia, ci manco da una vita... grazie :) Buonissime queste rose del deserto, veloci e golosissime! Un bacione e buon anno :)

    RispondiElimina
  2. Buonissime le rose del deserto, era da un po' che cercavo la ricetta, ma piuttosto che farne una a caso...preferisco sceglierne una collaudata da un'amica blogger! :)))))

    RispondiElimina
  3. Ciao Erica, scusa se da un pò non vengo a farti visita, ma sono stata impegnata a costruire il mio nuovo blog. Il nostro piccolo spazio Chiacchiere ai fornelli, stà chiudendo bottega, ma io ne ho aperto uno tutto mio Ricami di pastafrolla...non mancherò di tornare a trovarti!! A presto Manu

    RispondiElimina
  4. in toscana ce ne sono meno me ne arriva meno di proposte!! ottima cena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, anche io abito in toscana! ad Arezzo poche, ma qualcuna era favolosa, per Perugia ne trovo molte e abitando proprio al confine tra toscana e umbria (circa 30 minuti di macchina da pg) preferisco prendere quelle :D
      Però per Firenze ne vedo sempre molte!!

      Elimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram