13 maggio 2010

Linguine alle vongole con un pò di montagna

 
Sono una gran fifona lo ammetto, ho paura quasi di tutto e mi giustifico dicendo “prevenire è meglio che curare!!”,continuo così su questa linea di pensiero a riguardo di tutte le cose nuove o che mi sanno un pò di strano… è si son fatta così.
Vi chiederete perchè parlo di questo all’inizio di una ricetta… bèh perchè gli asparagi selvatici che vedete nel piatto li abbiamo cercati e trovati io ed il mio fidanzato, diventano così non solo un cibo, ma una conquista per me che non avrei mai pensato di andare a  cercarli (ammetto che non mi sono spinta poi così oltre… e che per prevenzione me ne son stata quasi sempre sul sentiero… migliorerò la prossima volta ;) )

Ciò che conta  alla fine è che abbia fatto un’esperienza in più, mentre ero là avevo così tanta voglia di trovarne altri che non volevo quasi tornare a casa :D e poi ve la posso dire una cosa?
Son buonissimiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!
Con vero piacere che vi dico come ho fatto ;)


Ingredienti per 4 persone
400 gr di linguine o spaghetti
700 gr di vongole (io uso quelle piccole, mio padre le chiama “lupini” ma non credo che sia un nome scientifico… perchè son veramente molto più saporite di quelle un pò più grandi.. cmq tutto stà al gusto personale!)
3 pomodorini pachini
olio extravergine di oliva
1 pizzico di peperoncino trito
trito di prezzemolo fresco
1 pizzico di pepe
sale q.b.
1 spicchio di aglio
Per gli asparagi
1 noce di burro
100 gr di asparagi selvatici (vanno bene anche i normali!) tagliati a pezzetti lunghi circa 1,5 cm
1 pizzico di sale o un pò di dado vegetale

Procedimento
Iniziamo a preparare le vongole: mettetele in un recipiente con acqua fredda e due pugnetti di sale almeno due ore prima di cuocerle, il sale aiuterà a far aprire le vongole ed a eliminare l’eventuale sabbia che contengono all’interno
Vi svelo un segreto che mi ha detto un pescivendolo in riva al mare: quando comprate delle vongole chiedete al pescivendolo di prenderne una in mano e di mettere un pò di sale accanto alla vongola sempre nella sua mano, se le vongole son ancora vive, quindi molto fresche essa tirerà fuori il muscolo per prendere il sale, se la vongola invece non esce significa che è già morta.. spero vi sia utile!
trascorse le due ore le dobbiamo cuocere: mettete inj una pentola dai bordi alti e dotata di coperchio un filo d’olio con lo spicchio di aglio, soffriggete, aggiungete i pachini divisi in 4 e fateli un pò andare.
aggiungete poi il pepe, il peperoncino, le vongole, e sopra il trito di prezzemolo, chiudete con il coperchio e lasciate a fuoco vivace
dopo 5 minuti noterete girandole che le vongole si stanno aprendo, bèh saranno pronte quando si sarannop aperte tutte, è importante tenere sempre il coperchio in modo che le vongole si cuociano anche con il vapore che si mantiene all’inetrno della pentole, ed è importante che non evapori il sughetto, perchè è proprio con questo che andremo a condire la pasta!
mentre cuociono le vongole facciamo gli asparagi semplicemente mettendo tutti gli ingredienti in una padella, ed aggiungendo un pò di acqua per volta fino a cottura per evitare che friggano nel burro, così infatti il sughetto che otterrete sarà molto più saporito e gli asparagi non si raggrinzeranno per niente, non cambieranno colore, resteranno sempre belli turgidi e verdi ;)
una volta cotte le vongole, di solito si spenge si cuoce la pasta e si condisce.. io non faccio comunque così: per evitare ancora di più inconvenienti spiacevoli come la sabbia tolgo tutte le vongole dalla pentola posizionandole in un recipiente a parte coprendole con un coperchio in modo che non si raffreddino e poi passo con un colino a trama molto fitta anche il sughetto, così da ottenere un liquido davvero pulito e privo di sabbia.
Cuocete la pasta in abbonadante acqua salata scolatela e conditela con il sughetto delle vongole, impiattate, per chi gradisce potete aggiungere trito di prezzemolo fresco ed un pò di pepe macinato sul momento, aggiungete le vongole sopra la pasta ed accanto ad essa un pò di asparagi e…. servite ;)

Ti potrebbe interessare anche:

1 Commenti

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram