Infuso di fiore di fico d'india e... vi piace il mio nuovo vestitino? :D

Come vi avevo promesso vi parlerò di fiori dei fichi d'india.
Prima di parlare di questo mi sorgeva un dubbio:
Che differenza c'è tra tisane, decotti, infusi e chi più ne ha più ne metta??
ammetto di non essere un'esperta in materia :D quindi mi son affidata ad una piccola ricerchina on line dalla quale ho capito in cosa si differenziano:
  • Tisana: in questo tipo di bevanda si utilizzano sia le parti tenere delle piante che le parti legnose, si versa sopra acqua bollente e si lasciano in infusione per circa 5 minuti, per poi filtrare e bere sia calda che tiepida con l'aggiunta di dolcificanti come miele o zucchero 
  • Infuso: si utilizzano le parti tenere delle piante come i fiori o le foglie ovviamente essiccati :D ed il tempo di infusione varia da 5 a 10 minuti.
  • Decotto: Per questa bevanda invece si utilizzano le parti più resistenti della pianta come la corteccia o delle radici, qui la preparazione è più lunga in quanto vengono immerse in acqua fredda, portate a bollore per 10 minuti ed alla fine dobbiamo far riposare per altri 10 minuti il tutto, prima di filtrare  e -finalmente- bere :D
Quindi parlando di fiori di fico d'india è ovvio come ci dobbiamo riferire ad un infuso e non un decotto, come spesso lo si trova chiamato in giro :D


Di questi tempi siamo tutti impegnati a "ristabilirci" grazie ai cibi funzionali:
bèh vorrei dire due paroline anche a proposito di questi cibi funzionali: avete notato che ultimamente prosperano le pubblicità di jogurt che aiutano la flora batterica, che rinforzano, che diminuiscono il colesterolo ecc..ecc.. bèh solo oggi i cibi funzionali attirano la nostra attenzione, ma non ci rendiamo conto che invece moltissimi cibi apparte lo yogurt son funzionali al nostro organismo.
Ma cosa si intende per funzionali? sono tutti quei cibi che ci danno un plus, insomma che ci aiutano in una certa funzione organica indipendentemente dal loro apporto calorico ecc..
Spesso ci dimentichiamo di quanto siano funzionali queste bevande, e di quanto mantenendo delle buone abitudini possano essere utili alla salute.

Permettetemi però un'altra parentesi, parliamo di costi, è si, non trovate che tutte questi prodotti funzionali costino un pò troppo? bèh perchè spendere più di due euro con jogurt da bere funzionali quando possiamo con 50 cent. comprare del kefir, o meglio acquistare i cristalli sia per quello di acqua che per quello di latte on line e farcelo tranquillamente a casa con del latte crudo che ci guadagnamo anche con delle proteine sane? per non parlare delle aggiunte di conservanti ecc..

Comunque, finalmente direte voi :D, ecco come si prepara questo infuso che credo che sia una cosa quasi banale :) basta raccogliere i fiori secchi direttamente dalla pianta, così non si pregiudica neppure la crescita del frutto :D
una volta raccolti possono essere conservati per molto tempo in una busta di carta chiusa in una scatolina di latta anche a temperatura ambiente. l'importante è che vi assicuriate che i fiori siano realmente ben essiccati, altrimenti lasciateli essiccare al sole ancora un pò.
Preparazione:
portare a bollore l'acqua, immergete un cucchiaino di fiori a persona e lasciate riposare 4 minuti, filtrate e servite ancora caldo dolcificando a piacere.

Parliamo dei benefici di questo infuso?
dal sito www.agricolagiordano.it:
Da sempre in Sicilia si tramanda l'uso dei "fiori di fico d'India" per le attività benefiche e terapeutiche. In particolare, l'infuso dei fiori raccolti ed essiccati, ha un'azione diuretica e rilassante sulle vie escretrici renali ed inoltre "facilita la diuresi", la filtrazione renale ed in particolare per l'azione sulla uro-micro-litiasi (renella) in quanto viene facilitata l'eliminazione e l'espulsione dei calcoli renali.
II frutto, ripete l'azione dei fiori perché facilita la funzione renale. Le urine assumono un colore ipercromico simile quello del frutto ingerito. L'effetto sulla funzione renale è un effetto dolce e secondo natura, a cui si aggiunge anche un'azione coordinatrice e riequilibratrice sulla cooperatività funzionale tra rene e fegato. Per cui si consiglia il consumo del fico d'India in maniera costante, ai soggetti che hanno un sovraccarico del lavoro metabolico, renale ed epatico.

Quali altre tisane, decotti e infusi possono esserci utili?
Eccone alcuni esempi :)
Finocchio: per il gonfiore
Valeriana, passiflora e camomilla: per rilassarci e contro i disturbi del sonno
Camomilla: anche contro i bruciori di stomaco
Betulla e thè verde: agevolano la diuresi
Basilico, menta, lauro ed edera: effetto anticellulite
Marrubio, frassino, bardana: azione dimagrantre
Borragine e acetosa: per caviglie gonfie e gambe pesanti
Menta, ribes nero, timo, salvia: azione energizzante
esistono veramente molte bevande che ci possono aiutare a stare meglio, voi quale scegliete? :)

3 commenti:

  1. L'anonimo di prima ero io.

    RispondiElimina
  2. Suona sera,devo recarmi in sicilia x comprare i fiori di fichidindia ' o c'è la possibilità di comprarli in qualche negozio di Torino ? ho provato a chiederli in erboristeria,niente da fare. Un piccolo aiuto ? grazie

    RispondiElimina