2 gennaio 2011

Fichi asciutti di Pantelleria

Come vi promisi in questo post su Pantelleria ecco come in quell'isola meravigliosa si fanno i fichi asciutti al sole.
Ovviamente sono fuori tempo su tutti i fronti, manca sia il sole (che si può sostituire anche con il forno) ma mancano soprattutto i fichi, quindi dovrete aspettare.
Le feste natalizie sono il periodo in cui a casa nostra mangiamo la frutta secca e solo quando li ho rivisti mi sono ricordata di non aver ancora scritto la ricetta nel blog.
La particolarità dei fichi di Pantelleria non stà nel come si asciugano, ma come li si condisce.


Ovviamente l'essiccazione migliore è quella che avviene con il sole, il risultato sebbene avessi provato anche con il frno cnon è lo stesso: i fichi tendono ad asciugarsi troppo.
Per essiccare i fichi al sole dovrete munirvi di un piano (ottime le cassette di plastica dove si tiene la frutta nei mercati rivestita di retina) e di una retina a maglie fitte in modo da proteggere i fichi dagli insetti.
Prendete i fichi a questo punto e pariteli a metà senza staccare le due metà del tutto.
Poneteli ad asciugare al sole girandoli magari una o due volte al giorno.
Dipende dall'intensità del sole... ma generalmente saranno pronti dopo circa 8 o 9 giorni (meno se il sole è molto forte, di più se il sole è debole).
Un a volta pronti chiudete le due metà di fico e riponete i fichi in una scatola di latta alternando strati di fichi, semi di finocchio e foglie di alloro.
Quando doverete servirli infilzate i fichi su di uno spiedo alternando magari qualche foglia di alloro.. questa è solo un'idea di presentazione, andrà benissimo anche sistemarli in un piattino.

Ti potrebbe interessare anche:

0 Commenti

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram