26 gennaio 2011

Principessa Mandarina ed il Sig Pomelo....

C'era una volta,
Nel lontano regno della cucina di sopra, una bellissima principessa che si chiamava mandarina.
Questa principessa era bellissima e corteggiata da tutti, però era molto selettiva e non andava mai bene nessuno per lei.
Ci provò il Sig. Mela ma lei l' offese dicendogli che era un frutto falso e filibustiere!
Ci provò anche il kiwi, ma lei gli disse che non gli piacevano i frutti pelosi.
Ci provò persino una banana ma la differenza di altezza era davvero troppa secondo lei.
C'era persino un cocco e ci provò pure lui, di risposta si sentì dire "vai via! testa di legno!"
La principessa era davvero inavvicinabile ed il povero Re Arancio non sapeva fare con una figlia così ribelle.
Un giorno arrivò un frutto grandissimo e la principessa si meravigliò molto perchè quel frutto non ci provò mai con lei.
Il Sig. in questione si chiamava Pomelo, lui si innamorò subito della principessa e del suo profumo ma non si azzardò mai a parlarle "Sono troppo alto, grasso e brutto... non mi vorrà mai" si diceva.
Intanto i giorni passavano e la principessa si faceva sempre più curiosa sul misterioso sig. Pomelo finchè un giorno gli si avvicinò...
"messere, dite, perchè cotanto timore di me?"
Il pomelo diventò rosso come una fragola e la principessa rise.
Rise per la prima volta esclamando "Sei per caso un pomodoro gigante?"
Il pomelo tornò subito giallo, indignato! e gli disse che era un frutto venuto da molto lontano, gli raccontò che aveva viaggiato per mari e per monti e tutte le meraviglie che aveva visto.
La principessa vide l'animo gentile del Sig. Pomelo ed iniziò ad innamorarsi di lui, al pomelo piaceva la principessa, ma non lo disse mai.
Neppure lei lo disse mai per orgoglio, ma continuarono a parlare e ridere ogni giorno.
La principessa aveva un solo desiderio, voleva abbracciare il Sig. Pomelo ma essendo lui troppo grande non ci serebbe mai riuscita, era troppo timida e orgogliosa per dirgli i suoi sentimenti... voleva farlo con un abbraccio.


Lui nel frattempo era diventato un pò meno timido e iniziò a fargli dei complimenti "Che belle foglie ha oggi principessa Mandarina! E' per caso stata dal parrucchiere?"
Con il tempo questi due frutti si innamorarono, però lei troppo orgogliosa, lui troppo timido non lo dissero mai l'uno all'altro.
La Principessa pensò di chiedere aiuto a sua sorella minore Kumquatsetta che gli consigliò di rivolgersi al mago di corte: Il potente Pera.
Lei gli disse che avrebbe dato tutto per poter abbracciare il sig. Pomelo,
Pera fu gentile e gli disse che era possibile, ma che non sarebbero più stati dei frutti dopo.
A Mandarina non importava, ciò che voleva era solo Pomelo così il signor Pera lesse sul suo libro gigante, sfoglio le pagine 3 giorni e 2 notti prima di trovare la formula magica adatta alla situazione....
era semplicemente la RICETTA DEL CANNOLO AL MANDARINO CON CREMA DI POMELO


Così la principessa Mandarina potè abbracciare finalmente il suo amato Pomelo e lui si rese finalmente conto di tutto.
Vissero per molto tempo felici e contenti (fino alla fine della cena... eheh) ed ebberò molti figli che chiamarono babà :) (eheh non esageriamo è!!)
Volete sapere la formula magica che ha usato il potente Pera?

Ingredienti
Lingue di drago
Saliva di strega
NO!! dai scherzo :)

Ecco quella vera:
Ingredienti per 6 persone
1 cannolo a testa (Per la ricetta vi rimando qui  aggiungete però all'impasto la buccia grattugiata di 1 mandarino.)

Per la crema:
Portate a bollore a fuoco bassissimo 1 lt di latte con un pezzo di buccia di pomelo (non grattugiata ma intera cercando di tagliare solo la parte gialla e non anche quella bianca!) e 6 cucchiai di zucchero.
Quando il latte sarà arrivato a bollore aggiungete 100 gr di maizena e mescolate con una frusta fino ad arrivare alla giusta consistenza.
n.b.! la crema è senza uova perchè a pomelo le uova stavano antipatiche: "Pensano di sapere tutto loro quei gusci vuoti" diceva... ;)

Pronta la crema fatela freddare 5 minuti e procedete a riempire i cannoli, conservateli in un luogo fresco (ed appartato per lasciare privacy a Mandarina e Pomelo eheh)  e servite decorando con un pò di polpa di pomelo per lato ^_^
Con questa ricetta partecipo di nuovo a questo contest ^_^


ilricettariodicinzia

C'è anche un'altra cosa di cui vorrei parlarvi però in questo post!

Oggi comincia la collaborazione con  Caramellandia


Il loro sito è molto benfornito:
Loro dicono:
"Operiamo nel mondo della pasticceria da oltre 10 anni; siamo rivenditori autorizzati delle migliori aziende nazionali. Da noi potrai trovare tutto ciò che occorre per preparare e decorare i tuoi dolci. A breve disponibile anche la sezione dedicata all'allestimento delle tue feste dove potrai trovare: palloncini, festoni, inviti ecc."
Vi consiglio vivemante di andare a visistare il loro sito e di conoscere i loro prodotti, inoltre per ogni ordine web indicando che siete mie lettrici o lettori riceverete uno sconto del 10% ^_^

Ti potrebbe interessare anche:

37 Commenti

  1. idea bella ricetta particolare, brava.

    RispondiElimina
  2. bellissima questa storiella, hai molta fantasia!!! la ricetta é anche molto originale non poteva essere altrimenti dopo un cosi' dolce innamoramento :-)

    RispondiElimina
  3. Ma io il sig. Pomelo non lo conosco affatto. Devo andare a documentarmi, si si!!! :)
    Comunque la ricetta è davvero molto invitante :)

    RispondiElimina
  4. bella la storia ep ure il canonlo brava da oggi ti seguo con piacere anche io..baci cara

    RispondiElimina
  5. ops quanti errori..scusa ho il pupo che vuole digitare insieme a me e mi risulta assai difficile non lasciare anche qualche errore infatti..li vedrai spesso nei miei commenti..arriciao!!

    RispondiElimina
  6. :-))) che bella favoletta!! E che buono questo cannolo, per festeggiare il lieto fine! :D

    RispondiElimina
  7. ma che spettacolo!!! e cosa sarà mai questo signo Pomelo??? giuro mai visto ne sentito!!!!! buona buona buona!!!! ne prendo uno posso? ciao Ely

    RispondiElimina
  8. Ma è troppo bella la storiella della Principessa Mandarina e del Sig. Pomelo.....e che dire questo cannolo è strepitoso!!!!Baciuzzi la stefy

    RispondiElimina
  9. che bella storia... mi piacciono tanto le storie d'amore!! bravissima!

    RispondiElimina
  10. ma che storia! mi sa che tu un giorno farai la scrittrice! quei cannoli sono fantastici! brava. guarda che ti aspetto davvero da me eh! l'altra sera guardavo un film bellissimo "sotto il sole della toscana" con raoul Bova, girato a Cortona, ho pensato ma è il paese della Erika!!... ma è un posto bellissimo....... ciao un bacione ELY

    RispondiElimina
  11. Sono rimasta affascinata da questa storia, ma ancor di più da quei cannoli che sono da urlo, tanto che li vogliamo provare a fare anche noi! Slurp!!!
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  12. Originale la storia e anche il frutto.
    Io qui non lo trovo il tuo caro sig.Pomelo....ahahaha,al massimo qualche pompelmo,magari rosa,cedri e altri agrumi,ma non il sig. Pomelo!!! :(
    Deve essere di un buono questo cannolo!!!
    Ciao,baciotto. ^__^

    RispondiElimina
  13. Sei simpaticissima e ti seguo ogni volta con tanto piacere! La ricetta è super, te ne ruberei più di uno volentieri.. e la fiaba è carinissima
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  14. un post simpaticissimo per presentare la ricetta strepitosa di questi cannoli golosissimi, brava!!!!! un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  15. Letta tutto d'un fiato... decisamente molto romantica questa favola... dolce come i tuoi cannoli!!!
    Tante serene giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina
  16. Mitica stellina! Questa fiaba è troppo forte, dovrestis criverlo tu un libro altro che io con le mie rime stupidotte!
    Il pomelo mi incuriosce da tanto come frutto. Quest'anno ne ho assaggiate le scorze candite che ho usato per il panforte al posto del cedro e le ho trovate buonissime, molto aromatiche. I tuoi cannolio devono essere divini. Bacioni gioia, buona serata

    RispondiElimina
  17. I tuoi cannoli sono perfetti e non è da tutti riuscire a fare delle cialde così sottili, ben dorate e croccanti :D

    RispondiElimina
  18. La storia è bellissima e i cannoli sono divini! Ne mangeremmo volentieri qualcuno!
    Baci da Alda e Mariella

    RispondiElimina
  19. Bellissima la favola di introduzione alla ricetta! e anche il dolce che proponi deve essere strepitoso! adoro gli agrumi (specie il mandarino!!)

    RispondiElimina
  20. @ l'Ostessa: siii!! è stato girato proprio a Cortona e la villa bramasole esiste veramente ^_^ è la casa della scrittrice del libro, non l'ha mai voluta comprare nessuno prima di lei che venendo a Cortona se ne è davvero innamorata ed ha deciso di restare ^_^
    ... per la serie tratto da una storia vera!! ^_^

    RispondiElimina
  21. Una bellissima fiaba a lieto fine ... per tutti, specialmente per chi si è mangiato questa delizia. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  22. Poesia ...cucina..
    Ma sei davvero bravissima e ...dolcissima!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  23. Che bella storia e che golosità i tuoi cannoli !! Sai che in un recente viaggio in Myanmar a pranzo mangiavo spesso un pomelo che è il doppio dei nostri pompelmi, sa leggermente di incenso ed è anche un po' speziato . ciao e buona giornata !!!

    RispondiElimina
  24. dovreiimparare anch'io a raccontare storie come questa sul cibo, forse riuscirei a far mangiare la frutta al mio piccolo. Complimenti per la storia e la ricetta. Buona giornata

    RispondiElimina
  25. Bellissima storia per un splendido dolce finale, ma sei proprio brava!!!

    RispondiElimina
  26. Sono d’accordo con la principessa: che è sta storia dei frutti pelosi?
    ^_^ kiwi lontano da me!!
    Hai una fantasia galoppante e molto gioiosa, la tua favola mi ha lasciato il sorriso e la voglia di ricreare quell’abbraccio fruttato.

    Un bacino marzapanoso e buona giornata,

    RispondiElimina
  27. cara Erica, favola a parte...sei bravissima! ad aver fatto questa delicatezza...buona giornata!

    RispondiElimina
  28. Anno nuovo e contest nuovo per Dolci a gogo!!In collaborazione con Le Creuset, il mio blog ha organizzato un contest "Tutto in cocotte". Tra tutte le ricette partecipanti sarà scelta la più meritevole premiata con 4 cocotte Le Creuset.
    Per altre informazioni corri a leggere il post.
    Ti aspetto
    Baci Imma

    RispondiElimina
  29. Fantastica, adoro le favole ^__^
    la tua meravigliosa ricetta entra di corsa nell'elenco dei link!!! Che brava ad usare il pomelo e complimenti anche al potente Pera...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  30. Pensa che il pomelo l'ho assaggiato per la prima volta pochi giorni fa qua a Londra...
    Buona serata!

    RispondiElimina
  31. Erica ma questa favola è straordinaria!!!
    Te la sei inventata tu? Dovresti scrivere un libro ^_^
    Io sto pomelo non l'ho mai assaggiato, ma se dovessi trovarlo lo compro di sicuro, mi hai messo una curiosità!!!
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  32. Che meraviglia questa fiaba...davvero romantica e spiritosa...e i cannoli sono meravigliosi ed infinitamente profumati!!Un bacio

    RispondiElimina
  33. che bella favola..e che dolce conclusione..
    questi cannoli sono deliziosi!!Bravissima!!
    bacini
    Enza

    RispondiElimina
  34. Fantastica la storia e la ricetta......
    Un salutone!!!!
    Rita!

    RispondiElimina
  35. Mi è piaciuta la ricetta ma molto di più la fiaba! Spero che il mio voto per la finalissima del contest serva a farti vincere! Bravissima, baci

    RispondiElimina
  36. Bravissima, complimenti per esser tra i finalisti del contest!!!! (non poteva esser altrimenti!)

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram