10 maggio 2011

Biscotti al Matcha... con tristezza

Si, un pò di tristezza ce l'ho.
Ieri ho letto questo dalla bravissima Chiara:

"In genere queste cose succedono “agli altri”… le leggi sui giornali, le ascolti in tv, oppure sai che la malattia ha colpito la tal persona che abita al tal paese che si, conosci di vista e ti dispiace, però ti tocca relativamente. Quando invece colpisce qualcuno che ti è più vicino, allora la speranza si fa largo e ti aggrappi con tutte le forze e con tutti i mezzi che hai a disposizione per cercare di far qualcosa. Una decina d'anni fa si è trovato un modo per “curare” la sclerosi multipla che consiste in un intervento in cui, con un "palloncino", allargano le vene (o qualcosa di simile). Hanno fatto vedere anche un servizio alle Iene di gente che ha ricominciato a camminare, insomma ha avuto effetti molto benefici, grazie ad un certo dott. Zamboni. Il problema è che in Italia ancora non è possibile fare l'intervento e all'estero c’è una lista d'attesa infinita, perchè le industrie farmaceutiche bloccano tutto (chissà come mai…). Beh, in poche parole, stanno raccogliendo nominativo luogo e data di nascita delle persone per cercare di far si che anche in Italia si possano iniziare gli interventi (ovviamente, essendo una petizione, non comporta nient'altro). Penso che raccolgano questi dati a piccoli gruppi, noi siamo a 1500 e dobbiamo arrivare a 2000!!"
 Lei chiede solo, ovviamente se siete d'accordo con la causa, di inviarle il vostro nome, cognome, luogo e data di nascita.

Non appena ho letto non ho esitato a mandare la mia mail con relativi dati, di risposta Chiara mi ha detto che avevamo accolto la petizione solo in 2 persone.
NON CI CREDO
come si può restare insensibili? Come si può non migliorare l'Italia e cercare di farla finita di essere strumentalizzati dalle lobbies farmaceutiche?!
noi non siamo un popolo che dorme! noi non dovremmo esserlo!
SVEGLIA PER DINCI, SIATE ITALIANI E ABBIATE UN PIZZICO DI CUORE
una mail con questi dati non vi costa nulla! Questi dati servono solo per individuare una persona, che non si si identifica solo in base al nome e cognome ma anche al luogo e la data di nascita per evitare fraintendimenti tra omonimi.
che pensate che con questi dati vi accreditano una porche sul contocorrente?Spero di no...
Concludo dicendo che... con chi non è daccordo con la causa e non vuol aderire, non capisco.. ma accetto.
Per chi invece è daccordo ma non si impegna neppure a scrivere una mail... la parola giusta è tristezza.
Chiudo invitandovi a contattare Chiara (kiarina77@interfree.it) con il cuore.


Oh! posso dire di aver assaggiato questo Matcha finalmente... è una vita che lo cercavo e son sincera.. son un pò arretrata.. non amo acquistare on line... sono un pò alla vecchia maniera... guardo la merce.. la tocco con le mani, la pago e me la porto a casa... eheh
ma vabbèh adesso posso sbizzarrirmi... ho provat a fare dei biscotti come prima cosa giusto per rendermi un pò conto del sapore e del profumo così da poter pensare altre ricettine ^__^














Ingredienti
1 tuorlo (di uova preso resa da galline allevate a terra mi raccomando! scegliete sempre il meglio!)
150 gr di burro
200 gr di farina di tipo 00
1 cucchiaino di thè Matcha
80 gr di zucchero di canna

Procedimento:
  • Tagliate il burro a piccoli cubetti e lasciatelo ammorbidire 20 minuti.
  • Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero ed il thè matcha, aggiungete la farina ed il tuorlo ed impastate bene fino ad ottenere una palla.
  • Chiudetela in pellicola e mettete in frigo per 1 ora.
  • Stendete l'impasto trascorso il tempo, 
  • Foderate la teglia con carta da forno, ritagliate con uno stampino i vostri biscotti ed infornateli a forno preriscaldato a 180°C i vostri biscotti per circa 20 minuti 
Consiglio: non toccate assolutamente i biscotti finchè son caldi! fateli freddare prima altrimenti li romperete,
e cercate di sistemarli abbastanza distanti nella teglia perchè in cottura tendono ad allargarsi un pò!

Il matcha è la prima volta che lo utilizzo e già lo adoro... ho in mente una salsina per rosbif.. ma vedrete! ^_^


Ti potrebbe interessare anche:

7 Commenti

  1. Ciao, questi biscotti sono fantastici davvero :) Semplici, buoni e preziosi!

    Quanto al resto, ti scrivo quello che ho scritto a Chiara: la sperimentazione è già partita su 1200 persone e la raccolta firme serve a nulla. Capisco la situazione che lei sta vivendo (LA CAPISCO MOLTO BENE) ma occhio a cio' che si dice...

    RispondiElimina
  2. Erica, indipendentemente che serva o no il mio era l'altro nome. Anche io sono rimasta amareggiata, ho sempre la speranza che qualcosa cambi, forse è vana....

    Ottimi biscottini ! bacione

    RispondiElimina
  3. fatto!
    scritto e mandato i miei dati. speriamo di essere state utili. un bacio

    RispondiElimina
  4. Grazie ragazze... grazie a Te Erica, per quello che fai senza conoscermi, per la sensibilità che ti caratterizza... grazie anche a Te Ale, a Mascia e a Mirka... con tutto il cuore!
    Veru, ti chiedo di illuminarmi; se dici così è perchè la sai sicuramente + lunga di noi. La speranza, a volte, ci fa essere impulsive, se quello che scrivi è vero fammi capire. Il mio indirizzo email ce l'hai... è importante. Grazie comunque per la tua comprensione, capisco che è sincera. Cavoli, domenica a Sant'Angelo Lodigiano abbiamo anche allestito un piccolo stand, con gente e medici competenti, per spiegare la situazione, adesso con quello che scrivi mi si blocca lo stomaco, credimi. Aspetto tue...

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutte, mi chiamo Denise e sono la nipote di Chiara. Innnanzi tutto volevo ringraziare di cuore tutte voi ragazze che ci state dando una grossa mano per questa causa. In secondo luogo io non credo che la raccolta firme non serva a nulla. Quello a cui credo è che ogni giorno vedo con i miei occhi una donna di soli 57 anni che cammina aiutandosi con un bastone, vedo che ogni suo passo è accompagnato dalla paura di cadere da un momento all'altro perchè le sue gambe si reggono in piedi a fatica, leggo la tristezza nei suoi occhi perchè non sa che cosa le accadrà domani. A questo credo. E mi sto battendo perchè se con questa petizione ci fosse anche solo una possibilità su 100 di farle avere un futuro migliore io mi domando: perchè non provarci? Questa è una petizione e si sa, essendo tale, non comporta la certezza di ottenere quello che chiediamo ma io ci credo, io ci voglio credere. un abbraccio a tutte..

    RispondiElimina
  6. non sapevo di questa cosa e ho parlato anche io di zamboni invito tutti a partecipare

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram