28 luglio 2011

Panini semidolci da buffet... o semplicemente da merende golose

Non mi sarei mai sognata di accendere il forno ad Luglio.. ma tant'è che ieri sembrava inverno qui.
Ha piovuto tutto il giorno ed è stato un piacere potersi mettere nel letto sotto le coperte e darsi alla lettura dell'ultimo romazo che stò leggendo.
Una volta divoravo un libro dietro l'altro, poi quando di soppiatto mi hanno cancellata dal club degli editori ... "Erica stì libri son diventati una tassa e che cacchio! fatteli durare più a lungo!" ho molto diminuito.
Io non riesco a leggere un pò e poi fermarmi, sono una di quelle che leggono un libro in due giorni, mi immedesimo nel protagonista e sogno ad occhi aperti ritrovandomi a sorridere e pure a commuovermi.
E per la cronaca non leggo neppure libri molto intelligenti ma -ebbene sì - leggo romazi rosa sul genere di Sveva Casati Modignani per intenderci eheh.
Ieri sembrava un giorno autunnale, che poi è la mia stagione preferita, tutto assume un colore caldo come il marrone o come il rosso per poi passare al giallo, l'aria è frizzante e finalmente dopo i tre mesi di caldo torrido si può fare un bel respiro e magari viene anche un brividino.
Ieri sera nella mia casa c'era profumo di lievito, profumo di pane appena sfornato, c'ero io, il mio fidanzato ed un buon romanzo.
Ieri sera è stata una bellissima sera e  mente leggendo immersa in mondo lontano mi immaginavo la protagonista che in un sol giorno trova l'amore della sua vita ed eredita 5 milioni di euro mi son trovata invece a pensare com'è che io in un sol giorno al massimo mi trovo una vescica nuova in un piede.
Meglio non chiederselo... eheh


Era una vita che volevo imparare a fare questi panini e con  i panini al latte delle sorelle Simili sono i meglio riusciti!

Sono i panini che classicamente si trovano nei buffet, sono quelli semidolci e morbidi che stanno bene sia con ripieni dolci che - e secndo me soprattutto - con ripieni salati.
Sinceramente non ho mai provat prima perchè credevo che questa preparazione necessitasse di una lunghissima lievitazione, pasta madre, poolish e roba simile;
invece mi son stupita e ricreduta, non occorre molto tempo e con le dosi sotto indicate in un pomeriggio avrete circa 100 panini semidolci.
La ricetta ovviamente non poteva essere migliore essendo del grande Adriano, lui veramente non sbaglia mai, posso garantirvi che sono proprio come quelli del bar!
Di solito cambio sempre qualche cosa nelle ricette che trovo ma con lui ho preferito eseguire ciecamente ^_^
Sotto vi riporto la sua ricetta, un consiglio? Provateli perchè meritano davvero!


Ingredienti
- indicati per circa 100 panini piccoli (20 gr di pasta ciascuno facendo le pezzature prima di cuocerli), io invece non avendo un forno molto grande li ho preferiti di dimensioni maggiri: ne son venuti circa 25 della dimensione dei panini di hamburgher -
1 kg di farina W250 io ho utilizzato la farina di grano di tipo 0
500 gr di latte intero
160 gr di uova (nel mio caso sono state poco meno di 3)
100 gr di burro
30 gr di struttto sostituibile con 25 gr di olio evo come dice Adriano
80 gr di zucchero
18 gr di sale
12 gr di lievito fresco
1 cucchiaino di malto perchè non l'avevo

Procedimento:
1. Preparare il pre-impasto:
  • Intiepidite il latte e scioglietevi il lievito, a questo punto aggiungetevi la farina, frmate un composto omogeneo e coprite tenendo al caldo per far lievitare per circa 90 minuti.
2. Procedere all'impasto:
Per la versione con l'impastatrice andate direttamente da Adriano, io non avendola ho fatto a mano:
  • Disponete la restante farina a fontana: al centro posizionate il preimpasto e le uova, all'esterno della farina ponete il sale e lo zucchero.
  • A questo punto iniziate ad impastare bene bene, quando verete ottenuto un'impasto liscio apritelo e ponete al centro il burro, fate incorporare il burro battendo l'impasto nella spianatoia, poi fate lo stesso con lo strutto fino a che non sarà "elastica, semilucida e farà il velo"
  • Ovvero tirandola leggermente in tutte le direzioni la pasta dovrà essere così elastica da formare un velo sottile e lucido.
  • Adesso ponete di nuovo a lievitare fino al raddoppio.
  • Una volta raddoppiata ponete sulla spianatoia e appiattite con le mani e proseguite con le pieghe di tipo 1 di cui Adriano parla qui. e lasciate riposare coperto a campana per 30 minuti.
  • Dopo di che porzionate i vostri panini, lui inidica ca. 20gr l'uno, io sinceramente non li ho pesati e avvolgeteli a palla.
  • Fateli di nuovo lievitare fino al raddoppio, spennellate con uovo e latte in pari quantità ed infornate a 190 °C per circa 11 minuti.
- Ho utilizzato il tappetino in silicone Pavonidea per impastare!
p.s.
Se non volete che spariscano nel giro di una giornata... nasconderli bene!! ;D

Ti potrebbe interessare anche:

13 Commenti

  1. Ciao,mi sono iscritta al tuo blog perche’ e’ molto interessante,e nel frattempo ti segnalo che sono in finale con una mia ricetta nel contest del blog di Tina http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/ e ti chiedo se cortesemente puoi votarla.Per farlo unisciti al suo blog http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/clikka su VOTA LA TUA RICETTA PREFERITA e vota la mia ricetta che e’
    Un pizzico di ..q.b. : Cheesecake salata
    basta clikkare sul cerchiolino e poi su VOTE.
    A buon rendere!!

    RispondiElimina
  2. anche qui piove, è assurdo, cmq ne è valsa la pena questa si che è una vera merenda.

    RispondiElimina
  3. Che bonta'..complimenti sono deliziosi

    RispondiElimina
  4. per fortuna a milano c'è il sole...ma lo dico in silenzio non si sa mai! ottimi panini :-)

    RispondiElimina
  5. troppo buoni!! piccini piccini e sfiziosi sfiziosi..brava!!!

    RispondiElimina
  6. quando leggo quei romanzi me lo chiedo anche io come si fa ad avere queste botte di .... fortuna. I paninetti mi piacciono, sono morbidi e si adattano a qualsiasi cosa tu voglia metterci in mezzo. eppoi ti sono venuti divinissimamente. Bacio

    RispondiElimina
  7. Io sono come te!!Tant'è che devo darmi una regolata e purtroppo lo sto facendo!Io li divoro i libri...devo costringermi a rallentare perché dipende dalla loro lunghezza sono capace di finirlo in un giorno!!:P
    Questi panini sono eccezionali!!
    Ti propongo un libro: "Giorni di zucchero fragole e neve" è meraviglioso! E l'autrice si chiama Sarah Addison Allen
    Fammi sapere ;)
    Vevi

    RispondiElimina
  8. Piove sul bagnato ;) gioco di parole per dire che anchio leggo tanto e anche qua a casa pensano che sembra di avere ua tassa in più da pagare... i libri per rilassarmi, i libri di cucina, per non parlare elle riviste mensili e settimanali.... non posso rinunciare mi devo pur tenere aggiornata altrimenti il blog?...non pensiamoci assoporiamo le tue supende brioche io opto per il ripieno salato che buone!!!!;)

    RispondiElimina
  9. mmm buonissimi e sono così carini!! perfetti per il compleanno di mio fratello ;) è il 17 agosto ma sto già preparando il menù :P

    RispondiElimina
  10. morbidi e buoni !!!
    anche qui sembra autunno!! baci

    RispondiElimina
  11. Sono tenerissimi piccini picciò ^__^ Delle piccole nuvolette soffici soffici e buone buone. Un bacio, buon we

    RispondiElimina
  12. sono bellissimi!!!
    per quanto riguarda la lettura ti capisco...anch'io devo divorare i libri tutti d'un fiato!!! ;)

    RispondiElimina
  13. Che belli! Ma perché mi fai vedere queste cose a quest'ora!? :( Un bel panino di quelli con la nutella sarebbe stato l'ideale a merenda! xD Anch'io sono come te, i libri devo finirli subito, non mi piace trascinarmeli. E siccome finoscono subito li compro a 10 a 10 :D

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram