15 novembre 2011

Una semplice idea per un dolcetto last minute

Pronto? segreteria? si, senta sul programma della prof  X i testi non sono chiari...
ah! ok, devo chiamare il dipartimento di diritto pubblico, ok, arrivederci.

Pronto? dipartimento di diritto pubblico? si, senta chiamo perchè il programma della prof. X non è chiaro mi sà dire i testi da studiare? ah! lei non li sà... e il numero della stanza della prof così la chiamo? ah, lei non ce l'ha... e una mail?!?!?!? ah, neppure.. per quella devo chiamare il laboratorio di informatica... ok, grazie arrivederci.

Pronto? laboratorio di informatica? si, salve chiamo perchè il programma della prof X non è chiaro... è lo sò che voi un c'entrate un piffero ma mi hanno detto di chiamare qui... si va bene chiedo alla prof, si, almeno lei la mail me la può dare? ah ok, segnata grazie arrivederci.
Invio la mail.
Risposta alla mail: gentile studentessa: i testi da studiare sono indicati nel programma.
O_O ho capito ma non si capisce qualiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii uh signor che fatica l'università...
il mio problema non è studiare ma almeno sapere cosa!!

Comunque alla fine son riuscita a sapere con precisione questi testi e me li sono anche andata a comprare... e oggi ero pronta per iniziare a studiare: e quindi logicamente nell'ordine ho:
- pulito l'armadio
- fatto mille lavatrici
- stirato
- pulito casa come uno specchio
- fatto questo dolce e mangiato pensando dai che ora vai di là e ti studi mezzo libro (se magari..)
- acceso la stufa e fatto scorta di legna
... insomma ho fatto di tutto pur di non studiare...forse forse era meglio non sapere i testi almeno avevo ancora una scusa per non iniziare ehehehehe


Questo post è così semplice che rischio di esser banale, ma poco male... alla fine trovo che presi dalla volglia di fare dolci elaborati si perda un po' il sapore delle cose sane, delle cose genuine, delle cose naturali come la frutta.
Perchè un dessert non può esser composto da frutta? Perchè io per prima quando invito amici a cena non penso mai a preparare un fine pasto con la frutta?
Amo anche utilizzare prodotti di stagione ma abitando in campagna e producendo la maggior parte di frutta e verdura da sola è anche un obbligo sotto un certo punto di vista.
Da qui fate due più due e avrete il perchè di questo "dolcetto" che chiamerei coccola di fine pasto: una coccola senza rimorsi pergiunta! e scusate se è poco!! eheh

Coccola al caco

Realizzare una coccola con la frutta è semplice davvero e basta solo utilizzare un po' la fantasia.
In questo caso, per il caco ho semplicemente fatto così:
  • Prendete un bel caco ben maturo* a testa: tagliatelo a metà e con un cucchiaio ricavatene la polpa.
  • a questo punto aiutandovi con un cucchiaio ricavate la polpa interna e lavoratela leggermente con una forchetta per sfaldare la polpa.
  • Non c'è bisogno di aggiungere zuccheri in questo caso il caco sarebbe già buono così com'è al naturale.
  • Per renderlo più goloso ho aggiunto un topper al cioccolato , una cialdina di caramello** ed un amarena per decorare, potreste aggiungere in sostituzione anche un ciffetto di panna montata che lega perfettamente con il caco e scagliette di cioccolato.
  • Gustatevelo bello freddo e con il sorriso :)
* il caco maturo al punto giusto si presenta abbastanza corposo al tatto ma anche morbido, il colore è arancione acceso e la buccia deve essere tesa senza grinze o spaccature.
** Per ottenere la cialdina al caramello basterà fare del classico caramello prenderne un po' con un cucchiaio e formare un cerchietto su della carta da forno: farla freddare per 10 minuti in frigo e staccarla ;)
Note personali:
Vorrei farvi riflettere con questo post sulla possibilità di utilizzare talvolta la frutta al posto di un vero e proprio dessert: "vestita a festa" credetemi soddisferà sia la vista che il palato: è possibile utilizzare tutti i tipi di frutta, sia cuocendola che cruda basta utilizzare un po' la fantasia ;)

Ti potrebbe interessare anche:

11 Commenti

  1. anche per me il problema più grande era avere a che fare con la burocrazia delluniversità, che liberazione!!!! coccolati, dai!

    RispondiElimina
  2. mi piacciono da matti queste idee nuove, semplici e veloci! al caco poi non posso resistere!! brava erica!!!

    RispondiElimina
  3. Ahhh come ti capisco!!Ho sempre difficoltà con la burocrazia universitaria, sopratutto ora che sono a mezzo con bandi di borse di studio all'estero!!mi faranno diventare matta!! :P coccoliamoci con questo dolcetto veloce al caco...
    Un abbraccio
    ps.pure io appena compro i libri mi faccio un dolcetto per incoraggiarmi..ma poi mangio il dolce e mi perdo tra foto e post e non studio più!! :)

    RispondiElimina
  4. Come ti capisco! Metterei al bando segreterie e simili, tanto sono inutili (o quasi)!:D Molto bello il tuo dessert, sai che quando penso a un fine pasto non penso mai alla frutta? Dovrei farci più spesso un pensiero... il tuo sembra delizioso :P

    RispondiElimina
  5. Adoro le coccole di frutta!!!!!

    RispondiElimina
  6. Il caco mi ricorda l'infanzia, quando da piccola mia mamma faceva la "cacata" e a me faceva ridere.. ah ah che idiota :) Buona serata!

    RispondiElimina
  7. Sante parole! Il sistema universitario è vermaent eincasinato! Pensa che il mio fidanzato o è due anni e mezzo che sta aspettando di laurearsi...e ovviamente senza laurea non trova lavoro...e senza lavoro noi non possiamo andare a vivere insieme...una tragedia! :-( Beh, dai consoliamoci con questa coccola golosa! ;-)

    RispondiElimina
  8. Ma che bella ideuzza sfiziosa e velocissima da preparare. Beata te che hai a disposizione la frutta home made :)

    RispondiElimina
  9. Ottimi i cachi:)bella questa versione! Ciao

    RispondiElimina
  10. io di solito arricchisco le macedonie con frutta secca o meringhette o gelato. Hai ragione: dovremmo ricordarcene piu spesso!

    RispondiElimina
  11. Ma d'altronde devi abituarti al linguaggio della giurisprudenza... di quelli che dicono tutto senza in realtà aver detto nulla (o quanto meno fatto capire nulla).
    Davvero carina la ricetta last minute...

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram