30 agosto 2013

Pane integrale con farina macinata a pietra e fiocchi d'avena

Ultimamente mi piace fare il pane, mi piace il profumo che si spande per la casa.
Poi ho un impastatrice d'eccezione... o dovrei dire un impastatore?
Si, perchè a lui impastare piace da matti.... e direi che è pure bravissimo ;)
Un pane dal sapore antico fatto con della buonissima farina di tipo 2 macinata a pietra, una farina che contiene tutte le più buone qualità del grano, una farina che ho trovato speciale.



Questa volta al pane ho deciso di aggiungere semi di sesamo all'interno e fiocchi d'avena...


I fiocchi d'avena sono stati un idea geniale, mi piace molto l'effetto che danno alla crosta e l'aroma che acquistano una volta tostati...
Perchè non provare?

Ingredienti per due belle pagnotte da 500-600 gr
1 kg di farina integrale, la mia Sapore Antico di Molino Pagani (contiene già lievito)
12 gr di lievito di birra (se non usate la farina che ho usato io)
700 ml di acqua circa
20 gr di sale
qb fiocchi d'avena -i miei Germinal Bio
 semi di sesamo qb

Procedimento:
  • Nella planetaria con gancio versare la farina ed il lievito e far andare a vel. 2 per qualche minuto affinchè il tutto si mischi bene. adesso aggiungete piano piano acqua lasciando che l'impasto la assorba piano, quando avrete finito di versare tutta l'acqua aggiungete i semi e alzate la potenza a vel.4 o 5, aggiungete il sale e fate lavorare bene finchè l'impasto non si stacca del tutto dalle pareti ed appare bello liscio.
  • A mano: mettete la farina a fontana nella spianatoia, aggiungete il lievito e mischiate bene, fate un buco al centro ed iniziate a lavorare l'impasto aggiungendo i semi, l'acqua ed il sale per ultimo. Impastate bene fino ad ottenere un bel panetto liscio.
  • A questo punto in entrambi i casi si procede alla formatura del panetto: io ho dato le classiche pieghe alla pasta ed ho formato una pagnottina rotonda ed un piccolo filoncino.
  • A questo punto ho messo a lievitare nel cestino da lievitazione che avevo in precedenza ben spolverato con farina e qualche seme, ma se non avete un cestino da lievitazione va benissimo qualsiasi altro contenitore abbiate sempre utilizzato.
  • Quando la pasta ha raddoppiato il suo volume portate a temperatura il forno: 200°C con un pentolino di acqua nel fondo (questo farà si che il vostro pane non si apra in superficie) e fate scaldare la leccarda.
  • togliete la leccarda dal forno spolveratela con un po' di farina e rovesciate delicatamente l'impasto lievitato sulla leccarda.
  • Infornate e fate cuocere per circa 40minuti: i primi 20 a 200°C i successivi a 180°C.
    Note personali:

    - Manutenzione del cestino: non lavatelo, ma sfruttate il residuo del calore del forno tenendo lo sportello leggermente aperto (fate attenzione che la temperatura sia scesa di molto ... non più di 100°C!!)  in modo da eliminare l'umidità che ha assorbito, battetelo bene e pulitelo con un pennellino, nb! non sono adatti ne alla cottura ne al lavaggio con acqua!
    I cestini da lievitazione li potete trovare qui:




    ***


    Ti potrebbe interessare anche:

    2 Commenti

    1. Sano, naturale, e tanto buono!!! Complimenti.


      Ti seguo su bloglovin.

      RispondiElimina
    2. Deve essere delizioso e mi piace un sacco con la forma del cestino sulla superficie

      RispondiElimina

    Lettori fissi

    Google+ Followers

    Instagram