20 maggio 2010

Dulce de leche o crema mou?

Una delle tante ricette che ho sempre voluto provare da quando ho aperto il blog è sicuramente questa.
Descritta come la crema più goduriosa del mondo non ho saputo proprio resistere...
Addirittura c'è chi dice che è anche migliore della nutella... e per battere la nutella ce ne vuole è...
Quindi eccolo qui: vi presento il mio dulce de leche alias dolce di latte un tipico dolce argentino che ricorda moltissimo la crema mou.


Confesso cheesistono due modi per poter fare questo dolce: uno si tratta di prendere del latte condensato in lattina e farlo bollire in pentola a pressione 30 minuti dal fischio, un'altro invece è quello lungo, quello che ti fa dire " ma perchè non mi son comprata il latte condensato così a quest'ora mi riposavo..." ed io ovviamente ho scelto la seconda maledicendomi per tutte le due ore che ci ho impiegato.
Il punto è che ho la possibilità di prendere del latte crudo dove abito, assendoci un distributore automatico 24 ore su 24 davanti casa di un contadino... quindi ho pensato che il risultato sarebbe stato migliore.
Non ho pensato che non conoscendo il risultato con il latte condensato non posso fare una comparazione su cosa sia meglio :) e va bèh intanto ho avuto l'onore di assaggiare questo dolce che è a dir poco fantastico.
Anche se ve la devo dire tutta è divino il primo cucchiaino, buono il secondo e stuccoso il terzo... credo però che la goduria che regala anche solo quel cucchiaino valga la pena del tempo impiegato ;)
Non la pensa come me, invece, il mio fidanzato che se la mangerebbe tutta continuando a dire "ma quanto è buona! sembra la crema che si trova dentro i twix!!"
ma ecco come l'ho preparata :)


Ingredienti
1 litro di latte 
250 gr di zucchero (la ricetta originale prevede che sia impiegato uno zucchero particolare che qui non si trova, il più simile è quello di canna, ma avendo solo quello normale ho utilizzato quest'ultimo diminuendo un pò le dosi che ne prevedevano 300 gr
mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
essenza di vaniglia o meglio ancora una bacca

Procedimento
 Semplicissimo, mettete tutti gli ingredienti al fuoco e mescolate per circa due ore :)
La fiamma deve essere bassa, e c'è chi mette prima lo zucchero con il latte e quando bolle aggiunge il bicarbonato, io ho messo tutto dall'inizio come ho trovato su una ricetta scritta da una signora argentina.
Se comunque decidete di mettere il bicarbonato quando il composto bolle cercate di utilizzare una pentola capiente perchè monterà a dismisura.
Dopo circa un'ora di cottura a fuoco bassissimo mi raccomando, noterete che le quantità si riducono ed il composto inizia a diventare leggermente avana, qui togliete la bacca di vaniglia se avete utilizzato questa (il mio consiglio è comunque di regolarsi bene con la vaniglia per evitare che la crema poi sappia solo di quella)
Il suo odore all'inizio mi ricordava quello del cream caramel :)
Questa è la fase dove si deve stare più attenti, infatti dovete tener conto che la crema è pronta quando riuscirete a vedere il fondo della pentola mescolando (ovvio che poi il composto richiuderà il solco) per regolarvi bene comunque fate sempre la prova piattino ;) e ricordate che la consistenza aumenterà una volta che il composto si sarà raffreddato ;)

Presto (avendone fatta una piccola scorta in barattolo) farò gli alfajores! i tipici biscotti argentini fatti con questo dolce ;)

Volete sapere comuqnue cosa penso? la nutella è sempre la nutella ;)

Ti potrebbe interessare anche:

7 Commenti

  1. Non posso evitare di commentare su questo post. Condivido con te che la nutella è sempre nutella!!
    La ricetta originale è fatta con lo zucchero normale (credimi ho dei vecchi libri di cucina argentina), un'altro tipo di zucchero non farebbe sentire il sapore del latte.
    Infatti il dulce fatto con il latte condensato non ha lo stesso sapore ma è molto più dolce e sa piuttosto di caramello:)
    Brava che ci hai provato, buona giornata!
    Patricia

    RispondiElimina
  2. Io adoro questo dolce e secondo me batte anche la nutella, ma addirittura batte il latte condensato... è una vera meraviglia!!! Bravissima

    RispondiElimina
  3. Ciao!!!!Scusa il ritardo di comparsa, ma non mi compariva il link al tuo favoloso blog (mi piace un sacco!!!) e quindi eccomi qua con un po' di ritardo...Anch'io tempo fa ho fatto il dulce de leche (col latte condensato ;P )...sarà chè l'ho fatto cuocere troppo a lungo, sarà che non è l'"originale", con la lattina, ma il sapore era molto "mouoso" e troppo zuccherino...insomma sì concordo che è meglio la Nutella!!Buono, eh, per carità...ma tutti lo spacciavano per eccezionale...Mah, riproverò a farlo, visto mai avessi sbagliato qualcosa!!! Attendo con ansia la ricettina degli alfajores...e nel frattempo mi unisco al tuo blog, per seguirti sempre (e con grande piacere!)!Un bacio e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Ciao, io questa cremina l'adoro la faccio e la rifaccio ! A presto, Ale

    RispondiElimina
  5. @ Patricia grazie mille per la precisazione! allora son felice che ho utilizzato quello normale ;) e son altrettanto contenta di aver trovato un'altra fan della nutella.

    @ Colombina con te siamo 1 a 1 ;) quindi parimerito tra nutella e dolce di latte!

    @Unazebraapois grazie mille per i tuoi comlimenti!! mi fanno tantissimo piacere e contraccambio verso il tuo bellissimo blog :)
    Presto appena avrò finito gli esami di questo mese preparerò gli alfajores che son davvero curiosa di assaggiarli ti farò sapere :) a presto!!

    @ Ale ma poi la mangi sempre da sola o ci fai qualche ricettina?? :)

    RispondiElimina
  6. ciao!
    assolutamente secondo metodo, ovvero il "tuo".
    ogni volta che leggo la ricetta con il latte condensato provo stupore e costernazione... ;-)
    per quanto riguarda il "sapore stucchevole", ho notato che ci sono persone che ne mangerebbero un barattolo senza nemmeno accorgersi, ed altre che evitano molto volentieri!
    il mio argentino lo accompagna con fettine di banana, e si scandalizza sempre quando lo "cucino" mescolandolo a impasti et simili (tipo nei muffin - per lui è un vero affronto!).
    che bello il tuo blog!

    RispondiElimina
  7. Ciao Vaniglia!
    son felice allora di ver scelto la via lunga!
    Ho notato che alcune persone hanno la predisposizione a magiarselo a cucchiaini come il mio fidanzato... e non sò come facciano ;)
    Che bella cosa che mi hai raccontato! quindi nel paese di orgine accompagna anche la frutta... mi piace tanto sapere come utilizzano i prodotti tipici di un paese i suoi abitanti!! ti ringrazio molto per questa tua spiegazione ;)
    a presto!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram