9 novembre 2013

Sarde a beccafico

Le sarde alla beccafico sono uno dei piatti tipici siciliani che amo di più.
Sono un piatto sano vista la presenza dei pochi grassi e del pesce azzurro,
un piatto ricco e bello che si presta bene anche a cene tra amici,
si può preparare in anticipo e costa anche pochissimo... cosa desiderare di più? ;)


Sono un piatto che io adoro ma al quale penso molto raramente,
si adatta alla perfezione ad una cena di pesce o persino ad un buffet o un aperitivo un po' più chic se servite in monoporzione con delle forchettine :)


Ingredienti per circa una teglia
1 kilo di sarde pulite ed aperte a libro** (vedi note)
300 gr di pangrattato circa
1 tazzina di uvetta in ammollo
trito di prezzemolo qb
sale, pepe noce moscata qb
olio evo
2 cucchiai di pinoli
2 cucchiai di pecorino (per me romano DOP Brunelli) o parmigiano
Foglie di alloro
3 o 4 sardine sottosale
Origano secco

Procedimento:
  • Disponete le sarde con la parte della pelle verso il basso,
  • Adesso preparate il ripieno: in una padella fate rosolare un po' di olio con il pangrattato facendo attenzione a non bruciarlo.
  • Aggiungetevi poi tutti gli altri ingredienti e pochissima acqua affinchè abbiate un composto sabbioso ma umido.
  • Stendetelo sopra le sarde ed ungete la teglia con dell'olio.
  • Arrotolate bene le sarde su se stesse e ponetele sulla teglia intervallandole con delle foglioline di alloro.
  • Quando averete finito cospargete con pangrattato la superficie, aggiungete un altro filo di olio e infornate a 180°C fino a leggera doratura nella superficie.
Note personali:
- Potete eliminare il formaggio se non lo gradite con il pesce, a me ovviamente piace.
- ** Le sarde devono essere aperte a libro ma i due filetti devono restare attaccati per il dorso: se non siete capaci fatevelo fare dal vostro pescivendolo.


Ti potrebbe interessare anche:

0 Commenti

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram