21 giugno 2014

Cotechino di Modena IGP

Qualche giorno fa vi ho parlato del progetto dell'istituto salumi italiani tutelati che coinvolge le foodblogger e vi ho parlato del primo dei due salumi che ho avuto modo di assaggiare e di utilizzare per le mie ricette, oggi siamo giunti al secondo salume che vorrei presentarvi:


Proprio come la mortadella anche questo è un salume tipicamente italiano prodotto a partire da un impasto di carne e grasso scelti, insaccati e successivamente cotti.
Il Cotechino Modena è il padre dello zampone e di tutti gli insaccati che contengono cotenna; fin dai tempi
del Ducato di Milano era famoso in tutta la Padania con il nome di codeghin. 
 Lo Zampone Modena e il Cotechino Modena sono prodotti di salumeria costituiti da una miscela di carni suine ottenute dalla muscolatura striata, grasso suino,cotenna, sale, pepe intero e/o a pezzi.
A questo possono essere aggiunti: vino, acqua, aromi e sostanze aromatizzanti, spezie e piante aromatiche.
Il Cotechino Modena e lo Zampone Modena devono essere facilmente affettabili e al taglio le fette, di colore roseo tendente al rosso non uniforme, si devono presentare compatte con granulometria uniforme.

Si tratta di prodotti strettamente legati alla zona in cui vengono prodotti, infatti il fattore umano si rivela fondamentale, così come l’esistenza di maestranze altamente specializzate, la cui abilità ha consentito di tramandare nel tempo le tradizionali tecniche produttive.
La preparazione delle carni per le due IGP deve essere effettuata con la macinatura in tritacarne, con stampi con fori di dimensioni comprese tra 7 –10 mm per le frazioni muscolari e adipose, e con stampi con fori di dimensioni comprese tra 3 –5 mm per la cotenna.
L’impastatura viene effettuata in macchine sottovuoto o a pressione atmosferica,L’impasto così ottenuto deve essere insaccato. Lo Zampone Modena viene insaccato in involucri naturali costituiti dal rivestimento cutaneo dell’arto anteriore del suino, completo di falangi distali e legato all’estremità superiore. 
Il Cotechino Modena invece può essere insaccato sia in involucri naturali sia ricostituiti.


Lo Zampone Modena e il Cotechino Modena possono essere commercializzati come prodotti freschi, o comeprodotti cotti.
Il prodotto precotto è confezionato in buste ermetiche e sottoposto a trattamento termico ad elevate temperature per un tempo sufficiente a garantirne la stabilità organolettica. 
Questa preparazione consente, con circa 20/25 minuti di bollitura, di servire subito in tavola la specialità.
Il prodotto fresco, invece, viene asciugato in stufe ad aria calda. Per poterne apprezzare le caratteristiche
organolettiche è necessario quindi farlo bollire preventivamente per circa 2 ore. In questo modo acquisterà il sapore tipico, il colore roseo quasi rosso e la consistenza propria del prodotto.

Molto spesso si prende in considerazione questo salume solo nelle vicinanze delle feste natalizie, quando in realtà sarebbe da rivalutare per ben più preparazioni, presto vedrete la mia ricetta!


Maggiori Informazioni:
CONSORZIO ZAMPONE MODENA COTECHINO MODENA
STRADA 4 - Palazzo Q8
20089 - Rozzano - MI
Tel: 02.89 25 901 -Fax: 02.57 51 06 07
info@modenaigp.it
www.modenaigp.it

Disclaimer Fotografico: Le immagini utilizzate sono di proprietà dell'archivio immagini dell’Istituto Salumi Italiani Tutelati e dei Consorzi di Tutela.



Ti potrebbe interessare anche:

13 Commenti

  1. Il cotechino e lo zampone di Casa Modena sono davvero ottimi , li acquisto spesso nel periodo invenale. Grazie per questo interessante post. Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  2. E diciamolo... evviva le eccellenze italiane! non abbiamo proprio nulla da invidiare agli altri paesi! :)

    RispondiElimina
  3. mi hai fatto ricordare capodanno scorso. :) comunque mi hai fatto venire voglia di cotechino. corro ad acquistarlo

    RispondiElimina
  4. hai ragione questi prodotti vengono consumati quasi esclusivamente a capodanno. Con piacere aspetto di leggere le tue idee e i tuoi suggerimenti perchè sono troppo buoni ed è un peccato non mangiarli tutto l'anno.

    RispondiElimina
  5. Lo mangio sempre, non aspetto le feste di fine anno , e acquisto sempre questo di Modena,delizioso !!!

    RispondiElimina
  6. Il cotechino di Modena non manca mai a casa mia per le festivita' di fine anno pero' come hai detto tu sarebbe da rivalutare per altre preparazioni anche per il resto dell' anno!! Grazie per il tuo post e curiossisima di vedere la tua ricetta :)!!! A presto e buona serata ;)

    RispondiElimina
  7. Questo cotechino è ottimo...mi piace moltissimo!Anche a casa mia non manca mai...

    RispondiElimina
  8. ciao :D non è periodo di cotechino e adesso dove vado a trovarlo buono come questo ahahahah :D

    RispondiElimina
  9. Hai ragione, un prodotto che andrebbe sdoganato per un consumo anche fuori dalle festività di fine anno. Il caldo però non invoglia al consumo di alimenti così "importanti" sia per gusto che per calorie. In ogni caso un tocchetto anche piccino per assaporare il gusto, lo gradirei :P Cotechino Modena è garanzia di qualità e bontà. Attendo la tua ricetta. Ciao

    RispondiElimina
  10. In genere il cotechino lo consumiamo nei mesi freddi e tendo sempre a evitare prodotti di scarsa qualità anche perchè il loro gusto nn ha nulla di paragonabile a quello di quelli di produzione più artigianale al pari del brand che presenti!

    RispondiElimina
  11. io sono controtendenza perchè mangiamo il cotechino di Modena anche durante altri periodi dell'anno visto che mio marito ne è goloso!

    RispondiElimina
  12. è vero, dovremmo pensare al cotechino non solo a Natale, ma rivalutarlo tutto l'anno!

    RispondiElimina
  13. Che buono il cotechino.. poi quello di modena spettacolare. Effettivamente mi hai fatto venire voglia.. dovrei mangiarlo piu spesso!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram