24 aprile 2015

Risotto agli asparagi selvatici


Qualche giorno fa ho pubblicato la ricetta della frittata di asparagi selvatici, il mio tipo di asparagio preferito che adesso cresce spontaneamente nelle zone collinari.
In quell'articolo scrivevo:

"Non tutti sanno che di asparagi ne esistono infinite specie -quasi 300! - e che ogni specie ha delle caratteristiche a se, gli asparagi bianchi ad esempio sono delicatissimi, quelli dalla punta violetta hanno un gusto delicato e quelli  verdi sono carnosi e saporiti.
Quelli che però amo di più sono proprio quelli selvatici dallo stelo un po' più sottile e dal gusto intenso e leggermente amarognolo."


Il mazzone di asparagi che ho utilizzato sia per la ricetta della frittata che per la ricetta di questo risotto è proprio questo, come vi ho detto donatomi dal papà del mio compagno....


Se anche voi amate gli asparagi e siete anche amanti di scampagnate per boschi allora questo è il periodo adatto a voi perchè crescono spontaneamente in zone incolte ed è possibile raccoglierli, proprio come si fa con i funghi.
Proprio come per i funghi però, in alcune regioni ci possono essere delle leggi da seguire  che stabiliscono il periodo entro il quale si possono raccogliere,  i limiti di quantità (in kg o in numero), in alcuni casi si richiede persino il possesso di un tesserino specifico, fate attenzione quindi a documentarvi prima di partire alla ricerca!


Ingredienti per 2 persone
180 gr di riso
brodo vegetale qb
100 gr di asparagi selvatici
1 cucchiaio di trito di cipolla
olio extravergine di oliva 1 cucchiaio

Procedimento:
  • Lavate bene gli asparagi, privateli della parte dura e tagliateli a rotelline, 
  • In un'ampio tegame dai bordi alti soffriggete la cipolla con l'olio a fuoco bassissimo fino a che questa non risulti trasparente,
  • aggiungete il riso e fate tostare per qualche minuto prima di sfumare con il brodo vegetale,
  • Proseguite la cottura del riso come si fa solitamente con il risotto aggiungendo poco brodo vegetale all'occorrenza
  • Quando il riso sarà quasi cotto aggiungete gli asparagi e terminate la cottura.
  • Aggiustate di sale e servitelo caldo

Note personali:
- al termine della cottura potete anche mantecare con un cucchiaio di burro,
- gli asparagi vanno aggiunti quasi alla fine per evitare che si cuociano troppo, hanno un forte aroma il risotto quindi, risulterà comunque ben profumato.
- Potete servire con parmigiano grattugiato se lo gradite

Per chi segue una dieta dissociata:
io a pranzo ho:
 90 gr di riso bianco e 100 gr di quello integrale
+ verdure a volontà 
+ 1 cucchiaino di olio per condire  
+ 30 gr di pane bianco o 40 gr di quello integrale
Potete ben seguire la ricetta rendendola perfetta per la dieta, come ho fatto io, seguendo questi piccoli accorgimenti:
- Non fate il soffritto ma mettete in casseruola direttamente il riso con il brodo
- se gradite aggiungete l'olio solo alla fine
- sono concessi 5 gr di parmigiano grattugiato



Ti potrebbe interessare anche:

0 Commenti

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram