8 giugno 2015

Citron confits - dalla cucina marocchina


I citron confits o limoni in salamoia sono uno degl' ingredienti principali della cucina nord-Africana.
Nascono in Marocco e ben presto si fanno conoscere in tutto il mondo dove sono apprezzati non soltanto per le preprazioni marocchine ma anche per altri utilizzi.
Tutto ciò che occorre è acqua, sale, limoni (meglio se biologici) e qualche settimana di tempo a disposizione.
Un grazie speciale va ancora una volta a Imane che mi sta insegnando tantissimo sulla cucina marocchina.


Ho letto molte ricette in rete, molti non utilizzano l'acqua ma solo il sale, altri addirittura utilizzano l'olio al quale aggiungono anche delle spezie, io dal canto mio, avendo a disposizione chi li prepara da una vita, marocchina di origine ho deciso di seguire alla lettera le istruzioni di Imane.
I Limoni perfetti per questa conserva sono questi: limoni medio piccoli, con la buccia non grande, in modo tale da avere degli spicchi non esageratamente grandi:


Una volta subito il trattamento della salamoia i limoni diventeranno morbidi, profumati, meno amari e molto meno aspri, anzi, al contrario la buccia tenderà a risultare quasi dolce ma davvero aromatica, oserei quasi dire balsamica.


La consistenza è morbida all'interno e la buccia è leggermente più croccantina, tenace, piacevolissima.
Non vedevo l'ora di poterli assaggiare e sono fantastici, sicuramente gran parte troverà il suo posto in una tajine tradizionale con pollo, citron confits ed olive... ma intanto, ecco come si preparano.


Ingredienti per un barattolo da conserva
circa 7-8 limoni medio-piccoli
1 bicchiere circa di sale
acqua calda qb

Procedimento:
  • Lavate bene i limoni strinandone delicatamente la buccia con il bicarbonato, se sono biologici sciacquateli e basta poi apriteli in 4 parti facendo attenzione a non aprirli del tutto e riempiteli di sale:
  • A questo punto inseritelo nel barattolo, fate lo stesso con tutti i limoni cercando di pressarli bene:
  • Una volta terminata questa operazione prendete acqua calda qb e riempite il barattolo, aggiungete un ulteriore bel cucchiaio di sale e chiudete con il coperchio;
  • Nota: i limoni devono essere ben pressati e devono essere sommersi dall'acqua, se il giorno dopo notate che tendono a salire a galla metteteci qualcosa che li tenga pressati ed in basso, io ad esempio ho utilizzato un bicchierino da caffè:
  • A questo punto non vi resta che conservarli in credenza per almeno 3 settimane e saranno pronti!

Note personali:
- L'acqua deve essere calda, non bollente!
- il tempo di riposo dipende dalla grandezza dei limoni, ovviamente limoni di tipo amalfi essendo più grandi avranno bisogno di un maggior riposo.

Ecco come si presentano dopo 4 settimane:



Direi che ho ben utilizzato i limoni delle mie piante!




Ti potrebbe interessare anche:

1 Commenti

  1. Ne ho lette anch'io varie sul web, ma almeno tu hai messo anche il nome di una ricetta con cui usarli, per cui un super grazie!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram