1 settembre 2015

Melinciane cunzate

L'isola di Pantelleria si trova sotto la Sicilia vicino alle coste della Tunisia.
Si tratta di una piccolissima isoletta vulcanica ricca di meraviglie naturali da vedere e prodotti tipici tutti da scoprire come i capperi o l'uva zibibbo.
Le numerose invasioni hanno fatto si che anche la tradizione gastronomica pantesca sia particolarmente variegata.
Sono molto legata a quest'isola, la sento mia da sempre sebbene io sia toscana, la ragione è che le origini della mia famiglia sono pantesche.
I miei nonni paterni, infatti, sono nati a Pantelleria dove sono rimasti fino a che non si sono trasferiti a Tripoli dove è nato il mio papà -ma questa è un'altra storia-.
Abitando in una grande casa con i nonni ed i genitori sono cresciuta imparando a comprendere l'accento pantesco ed assaporando piatti tradizionali che in ogni ricorrenza importante non mancavano mai.



Cunzate in dialetto pantesco - ma lo stesso termine lo si usa in tutta la sicilia ndr - significa condite, melinciane invece è di facile interpretazione.
Si tratta di un piatto veloce, facile e che racchiude in se i sapori panteschi.


Ingredienti per 4 persone
2 belle melanzane
un mazzetto di prezzemolo fresco
olio evo qb
capperi di pantelleria o cucunci come ho usato io

Procedimento:
  • Affettate le melanzane e grigliatele, quando sono pronte disponetele in un vassoio cercando di non sovrapporle.
  • A parte preparate un trito con il prezzemolo, i capperi, abbondante olio e mescolate bene.
  • Aiutandovi con un cucchiaino - o come tradizionalmente si usava fare- con le mani cospargete il trito sulle melanzane.
  • Fate riposare un oretta e servite a temperatura ambiente.
Note personali:
- si usano per antipasti tipici o per accompagnare secondi piatti di carne o di pesce


Ti potrebbe interessare anche:

0 Commenti

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram