9 marzo 2016

cous cous di farro al cumino con verdure e mix di tonno e salmone - 4 errori da non commettere nella preparazione del cous cous!

Negli ultimi anni il cous cous ha iniziato a farsi spazio sempre di più nelle tavole di tutta Italia.
Per chi ancora non lo conoscesse, si tratta di un piatto derivato dalla tradizione culinaria araba, composto da semola di grano duro fatta ingorssare con acqua e cotta al vapore.
Il procedimento per prepararlo è lungo, si inizia dalla sera prima ad incocciare la semola, per poi farla riposare la notte e cuocerla con il vapore del condimento il giorno dopo.
Per i più curiosi, in questo articolo: Cous Cous di Tripoli, un video tutorial girato con la partecipazione di mia nonna, la quale, dopo aver imparato i segreti di questa preparazione dalle donne arabe in Libia, li ha insegnati anche a me.


Oggi, la preparazione è stata resa veloce dal cous cous precotto, che si prepara in soli 10 minuti aggiungendo acqua calda. Il risultato non è identico a quello ottenuto partendo dalla semola, ma qualche volta ci si può pure accontentare. 
Tuttavia, sebbene la preparazione è divenuta semplice, noto degli errori molto comuni. 
Per questo ho pensato di ricapitolare le 4 cose da non commettere assolutamente nella preparazione del cous cous.
  1. Non eccedere con l'acqua: Il cous cous cous è caratterizzato dalla leggerezza della semola, questa deve risultare soffice e ben sgranata. Aggiungere troppa acqua fa si che il cous cous diventi un malloppone informe, un pappone.
  2. Non condirlo esageratamente: il condimento del cous cous viene tradizionalmente aggiungo sopra la semola, a meno che non si tratti di un insalata fredda, evitate di condire con sughi la semola, o rischierete di ottenere il risultato di cui sopra.
  3. Non sgranarlo accuratamente: se utilizzate un cous cous precotto, l'acqua va aggiunta gradualmente, non tutta insieme come indicato in molte confezioni. Prima di aggiungere altra acqua il cous cous va sgranato con i lembi di una forchetta. In questo modo otterrete un cous cous ben sgranato e leggero. In caso contrario, rischiate di ottenere cous cous appallottolato.
  4. Non condire la semola: il cous cous è un piatto saporito, è uno dei piatti più ricchi della tradizione araba. Tradizionalmente la semola viene resa saporita grazie alla cottura al vapore che gli permette di assorbire gli aromi del sugo. Se evitate questo passaggio arricchiela con sale e spezie, sarà molto più buona. 
Questa volta io ho utilizzato un cous cous derivato dal farro monococco, lo adoro, ha un gusto più intenso e lo trovo perfetto per accompagnare il pesce.

Ingredienti per 2 persone
160 gr di cous cous di farro
150 gr di acqua calda
1 zucchina
50 gr di pisellini *
1 carota
130 gr di salmone
100 gr di tonno fresco
1\2 cucchiaino di cumino
1\4 cucchiaino di curcuma

Procedimento:
  • Portate a bollore l'acqua, aggiungeteci il sale e le spezie, questo vi permetterà di distribuirle in modo uniforme e di farle assorbire dalla semola.
  • Aggiungete l'acqua calda poco per volta alla semola sgranando con i lembi di una forchetta.
  • Quando avete aggiunto tutta l'acqua chiudete con un coperchio e fate riposare.
  • Mondate la carota e la zucchina e preparatene dei piccoli cubettini. Riducete a cubetti grossolani anche il pesce.
  • In una padella antiaderente fate cuocere il pesce aggiungendo un filo di olio, non appena saranno a metà cottura aggiungete anche le verdure e saltate a fiamma viva per qualche minuto.
  • Quando il condimento è pronto non vi resta che impiattare: mettete sulla base del piatto la semola e condite. 
  • Servite tiepido aggiungendo erbe verdi a piacere.
Note personali:
- Preferite piselli freschi se si è in stagione o pisellini surgelati, evitate assolutamente quelli in scatola: risulterebbero troppo farinosi e rischierebbero di rovinare l'armonia del piatto.



Ti potrebbe interessare anche:

4 Commenti

  1. un esplosione di sapori per questo delicatissimo cous cous...mi garba molto :D

    RispondiElimina
  2. Che delizia questo piatto!! una volta assaggiai il cous cous originale in un piccolo ristorante egiziano! e mi spiegarono il lungo procedimento per prepararlo! in effetti quello precotto risolve tanti problemi e insomma perchè no io lo trovo buonissimo! mi piace il condimento che hai dato al tuo piatto!! ciao Enrica, a presto

    RispondiElimina
  3. Ottimo piatto! Mi piace la tua variente del farro! Lo proverò!
    Buona giornata!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram