3 maggio 2018

Paté di trota salmonata - ricetta ideale per pic-nic!

Cari amici la ricetta che vi presento oggi è facile da preparare e di grande effetto: il paté di trota salmonata.
Già in queste prime giornate di caldo la mia voglia di cucinare si orienta verso piatti leggeri, sani, colorati, veloci da preparare, che possibilmente  richiedano  l'utilizzo di fonti di calore per poco tempo, e soprattutto che soddisfino sia la vista che il palato... sono una persona esigente, lo so!


Questo paté non soltanto soddisfa tutte le mie richieste, ma va  oltre! 
Pensate che si prepara in soli 10 minuti e che può essere preparato anche il giorno prima,
è fresco, saporito grazia alla sua consistenza piacerà anche ai bambini che non amano il pesce.
E poi, ammettiamolo, il paté ha un fascino intramontabile: è proprio bello da vedere e se servito con accanto dei crostini di pane diventa anche un modo di mangiare molto conviviale,
ideale sia per pic-nic all'aperto che per aperitivi tra amici.

Ed è proprio in occasione di un aperitivo tra amici improvvisato che nasce questo paté.
Avevo voglia di servire delle tartine e dei finger food diversi dal solito ma il tempo a disposizione era davvero poco... Serviva una ricetta facile e veloce.
Quando ho aperto il congelatore ed ho visto il pacco di filetti di trota surgelati di Bofrost* ho avuto un lampo di genio!
In 15 minuti il paté era già in frigo assieme ad un hummus di ceci pronto per essere servito ai miei amici.
Questa ricetta è davvero versatile, perchè al posto della trota potete utilizzare qualsiasi tipologia di filetto di pesce fresco o surgelato come l'orata, il merluzzo, la spigola e persino pesci azzurri come sgombro!
Con un po' di fantasia questo paté può essere arricchito con verdure a cubetti o potrebbe essere composto a strati alternati di paté di verdure e di pesce.
Le varianti sono infinite.

Ingredienti per 4 persone
300 gr di  filetto di trota salmonata Bofrost*
30 gr di burro a temperatura ambiente
erbe aromatiche a piacere (io ho utilizzato timo, maggiorana, rosmarino)
sale e pepe qb
limone
olio extravergine di oliva

Procedimento:
  • Lessate il filetto di trota in acqua leggermente salata oppure cuocetelo a vapore,  una volta cotto privatelo delle lische e della pelle.*
  • Mettete nel frullatore la polpa di trota, il burro, il sale ed il pepe ed aggiungete pochissima zeste di limone.**
  • Azionate il frullatore fino ad ottenere una crema omogenea ed il paté è pronto.
  • Mettetelo su di un vasetto di vetro ed ungete la superficie in modo da evitare che si secchi a contatto con l'aria. Ponetelo poi in frigo a riposare per almeno 2 ore.
  • Tiratelo fuori dal frigo 20 minuti prima di servirlo.
Come servirlo?
Potete prepararci delle tartine voi stessi come ho fatto io aggiungendo un triangolino di limone, erbe aromatiche e fiori di rosmarino, oppure mettere a disposizione dei vostri commensali il paté ed i crostini e saranno loro a prepararselo aggiungendo l'erba aromatiche che più gli piace.

Note personali:
* C'è chi è solito far bollire il pesce con sedano, carota, cipolla e prezzemolo: io non amo questa modalità perchè preferisco lasciare il sapore della trota come unico protagonista.
** La zeste di limone può essere omessa, in ogni caso vi sconsiglio di utilizzare erbe aromatiche o spezie in questa fase della preparazione perchè rischiereste di prevalicare sul sapore delicato della trota. Secondo me è meglio aggiungerle dopo.




Ti potrebbe interessare anche:

17 Commenti

  1. Questa ricetta mi piace davvero tanto, non immaginavo fosse così facile preparare un paté così sfizioso!
    Che ne dici se la servissi dentro a dei voulevant? Quanto tempo prima potrei farcirli?
    Sei bravissima
    Annarita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annarita, sono felice che questa ricetta ti sia piaciuta.
      Il paté è perfetto anche per farcire dei voulevant ma ti consiglio di non farlo con molto anticipo o richi di rovinare la pasfoglia con l'umidità. Semmai metti il patè in una sàc a poche così al momento di farcire sarai velocissima!
      Fammi sapere come ti sono venuti!
      a presto!

      Elimina
  2. Ciao Erica, piacere di conoscerti! Non ho mai assaggiato un paté di pesce, però a leggerti vien voglia di spalmarne un po' sul pane e provare! Grazie per essere passata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Silvia, anche io è la prima volta che provo a farne uno, ma il risultato è stato fantastico, sicuramente lo replico ;)

      Elimina
  3. Delicatissimo questo pate'..complimenti:) Buona domenica

    RispondiElimina
  4. Ciao Erica, piacere di conoscere il tuo blog e grazie per la condivisione da me.
    Per i crostini 10 e lode: sfizioso l'abbinamento. Di quei crostini da mangiare uno dietro l'altro.
    un saluto a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica, si in effetti questi piccoli crostini creano dipendenza ;)

      Elimina
  5. Che golosissima idea Erica e non vedo l'ora di gustarmi i tuoi gnocchi a base di fave e pecorino :-P gnammy!
    Buona serata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo, appena pubblicata anche la ricetta degli gnocchi :D

      Elimina
  6. Questa ricetta capita proprio nel momento giusto mi hanno appena regalato una trota salmonata. la proverò grazie

    RispondiElimina
  7. perfetto per me che mangerei solo pane "cunzato" :)))))

    RispondiElimina
  8. Molto interessante questo patè, delizioso!

    RispondiElimina
  9. Molto invitante il tuo sfizioso patè e condivido appieno il tuo pensiero riguardo il fascino indiscutibile del patè!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si, il patè è sempre il patè :)

      Elimina
  10. Ricambio con piacere la visita :)
    Quei crostini di pane con il patè spalmato sopra sono eccezionali, molto invitanti!
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, si i crostini piacciono sempre a tutti!

      Elimina
  11. In Friuli la parte della Regione Friuli Venezia Giulia ha l'allevamento e produzione delle trote "Friultrota" non è che voglia fare pubblicità le trovi naturale, affumicato, ecc. ma io la trota proprio no. Però.... questo patè cambia i miei gusti e mi viene voglia di provare ma partendo dalla trota fresca. Da provare poi ti racconto. Buona serata.

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram