29 marzo 2011

Buttermilk & Sour cream Homemade!

Ovvero il famoso latticello e la famosissima panna acida.
In moltissime ricette americane si trova tra gli ingredienti il latticello, questo sconosciuto.
Ho deciso di cercare ed informarmi su cosa sia e sulla possibilità di farlo in casa visto che non sempre si trovano nei supermarket.


Cosa è il latticello? è il liquido residuo dal processo di burrificazione della panna non acida, quella liquida da montare per intenderci ;).
La panna acida è invece come dice il nome stesso, panna fatta reagire con una componente acida, anche questa oltre che essere buonissima si utilizza in molteplici ricette, sia dolci che salate della tradizione culinaria anglosassone.
FOTO latticello
Ricetta del latticello
(qui ci guadagnate doppiamente perchè otterrete anche un bel panetto di burro ;) )
Esistono molti procedimenti che ci permettono di prepararci il burro comodamante a casa:
UNO:
del grande Dario Bressanini e lo potete vedere qui
Con una biglia e una bottiglia di plastica vuota:
basterà inserire la biglia nella bottiglia con la panna chiudere con il tappo ed agitare forte, vedrete che il burro si formerà, se non fosse che per sbattere servirebbe un braccio meccanico eheh ^_^
aprite la bottiglia, fate uscire il liquido che è il latticello, poi tagliate la bottiglia ed estraete il burro! ^_^
bèh, ho voluto provarci!! eheh
DUE:
L'ho trovato su coockaround ma purtroppo ho perso il link, ovviamente anche qui i passaggi eran ben fotografati!
molto più semplice: mettete la panna nel vostro frullatore da cucina ed avviate.
Dopo pochi minuti vedete che il burro si sarà diviso dalla componente liquida, a questo punto aiutandovi con un colino ed un cucchiaio eliminate il liquido in eccesso, formate il vostro panetto di burro, riponetelo in frigo, ed il liquido ottenuto è il vostro latticello, fatelo riposare una giornata ed è pronto!
TRE:
Ovvero il mio metodo:
dopo aver provato gli altri due: purtroppo nonstante avessi seguito le indicazioni alla lettera a me non è riuscito fare del burro con quei metodi, quindi ho preso delle fruste elettriche e la mamma armata di santa pazienza si è messa a montare la panna finchè non è diventata come nella foto sotto.


adesso non resta che tramite un colino scolarlo bene e mettere da parte il latticello.

A questo punto avete ottenuto un bel panetto di burro fatto in casa e vi assicuro che la differenza si sente, se non avete interesse al latticello provate a salare con un pizzico di sale la panna ed otterrete del gustosissimo
BURRO SALATO home made ^__^
da notare bene...
Per quanto riguarda il latticello che abbiamo ottenuto, è ottimo per esempio per la panificazione, o nelle torte ma per le tipiche ricette americane NON occorre questo latticello infatti privo della sua componente acida!
Quello che serve per moltissime ricette americane è il
Cultured buttermilk
Questo si ottiene in maniera diretta aggiungendo dei batteri al comune latte!
Ed è quello che si deve utilizzare di solito nelle ricette americane.
Per ottenerlo potrete provare con questi due procedimenti:
- tenete conto che si realizza sempre con latte parzialmente scremato!!-
uno con il limone: aggiungete a 250 ml di latte a temperatura ambiente due cucchiai di succo di limone, attendete 15 minuti circa ed  è pronto!
uno con lo jogurt: aggiungete a 250 ml di latte a temperatura ambiente 250 ml di jogurt magro, ed è subito pronto!


La mia panna acida momentaneamente è come la vedete nella foto, devo ancora aspettare 24 ore e tenerla al calduccio la mia creatura eheheh, quindi vedrete una foto più bella quando sarà pronta ^_^
Ricetta della panna acida
Ingredienti:
250 ml di panna da cucina
1 componente acida: che può essere: 
2 cucchiai di aceto di mele o di vino,
2 cucchiai di succo di limone
o del latticello cultured o altra panna acida se già ne avete.
Procedimento:
in un vaso di vetro con coperchio ermetico unite la panna alla componente acida che avete scelto.
Agitate bene per amalgamare.
Chiudete il barattolo e conservatelo in un luogo caldo dalle 24 alle 48 ore.
trascosrso questo tempo si conserva in frigo, ben chiusa, da agitare prima dell'uso per circa 3 settimane!

Non sò dirvi se siano o no la stessa cosa degli originali in quanto non avendoli mai assaggiati non posso fare un paragone ^_^ ma ho cercato di informarmi soprattutto su blog americani e sembra che tutti la facciano così ^_^

Ti potrebbe interessare anche:

32 Commenti

  1. bello e utile!! quando non li trovero me li faro da sola allora...
    ma dove c'è scritto FOTO latticello ti sei dimenticata qualcosa? :)

    RispondiElimina
  2. E brava! il latticello è onnipresente in muffin e scones ecc.... visto che non lo trovo mai è utile saperselo fare da soli!! grazie!

    RispondiElimina
  3. Grazie per queste fantastiche dritte..........

    RispondiElimina
  4. caspita! che descrizione accurata! io di solito il altticello lo prendo da naturasì, la prossima volta me lo provo a fare! con le tue spiegazioni sarà un gioco!! grazie!

    RispondiElimina
  5. Un post che mi salvo subito. Molto utile. Grazie per le informazioni. Un bacione

    RispondiElimina
  6. Bellissimo e utile post cercavo proprio spiegazioni in materia!
    Bravissima grazie Anna

    RispondiElimina
  7. che brava.... se mai mi cimenterò saprò dove leggere tutte le indicazioni! ottimo cara ^__^

    RispondiElimina
  8. Bellissimo post da tenere a portata di mano...Non si sa mai mi viene voglia di provare!!! Un bacione e buona giornata...

    RispondiElimina
  9. adoro chi autoproduce!!!!!!!
    complimenti!!!!

    RispondiElimina
  10. interessantissssssssssssimo questo post...complimenti e grazie!!!=)

    RispondiElimina
  11. Wow, grazie epr la spiegazione. E' davvero un processo interessante!! :)

    RispondiElimina
  12. I tuoi post sono sempre una preziosa fonte di informazione ed un pratico manuale per creare home made gli igredienti più particolari...QUesto post di oggi mi è particolarmente utile, dato che spesso uso questi ingredienti e non sempre li trovo al super!

    RispondiElimina
  13. devo provarli assolutamente! complimenti! :-D

    RispondiElimina
  14. Io il latticello per le torte americane lo faccio metà latte, metà yogurt magro e un cucchiaio di succo di limone, grazie a una ricetta trovata su internet in un sito americano. Non avendolo mai comprato (mai visto nei negozi dove vado di solito) non so quale sia la differenza, però le torte vengono bene! Le tue spiegazioni sono dettagliate e utilissime, proverò la panna acida! :-)
    Ciao

    RispondiElimina
  15. questa me la segno!!! nn si sa mai!

    RispondiElimina
  16. brava barvissima maglio farselo a casa non è cosi difficile :-))

    RispondiElimina
  17. che delizia e utilità questa ricetta!! :)

    RispondiElimina
  18. Bravissima! Devo provarla!
    ps: passa a trovarmi che c'è un regalo per te!

    RispondiElimina
  19. Bravissima Erica, anche io penso che se si può è sempre meglio fare tutto in casa.
    un bacio

    RispondiElimina
  20. Ciao Erica! Grazie x esserti unita al mio "giovane" blog :) E grazie per la ricetta della panna acida! Quando ho fatto la cheese cake ho girato 3 supermercati prima di trovarla e ho deciso che da quel momento in poi l'avrei fatta in casa! A presto ;)

    RispondiElimina
  21. Ciao Erika, anche io l'ho fatto, ma avendo il bimby è di una semplicità disarmante!! Ho postato il mio burro qualche mese fa! E sono d'accordo che la genuinità (ma anche la soddisfazione dell'home-made ^_^) è davvero altissima! Complimenti per il tuo dettagliatissimo post! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  22. capperi, grazie erica, molto spesso trovo nel tuo blog delle ricettine davveo interessanti e utilissime, sei davvero grandiosa :)Proverò anche io a farli in casa, prima di farmi passare la voglia costretta alla ricerca infinita. Ti abbraccio Angela

    RispondiElimina
  23. Fare il burro in casa mi diverte troppo e anch'io l'ho sempre fatto montando la panna con le fruste elettriche. Grazie per la dritta di aggiungere un pizzico di sale, non ci avevo proprio pensato e sicuro mi torna utile. Da che ho scoperto il burro salato me ne sono innamorata. Un bacione bella, buon we

    RispondiElimina
  24. Utilissimo questo post, grazie per le spiegazioni dettagliate.
    Buon w.e.

    RispondiElimina
  25. Brava hai fatto proprio bene ad informarti, perche' io in effetti non ci ho mai capito niente.

    RispondiElimina
  26. Sono appena incappata per vie tortuose nel tuo blog: BELLO! Mi ha colpito subito questo post. La mia cucina riflette le mie radici 'part-Brit' e spesso cucino usando buttermilk e panna acida, come facevo quando vivevo ancora in UK. Supplisco addizionando con il succo di limone, proprio come dici tu e funziona! Anzi, per la panna acida, soprattutto quando usata da accompagnamento, come ad esempio con il salmone, uso un espediente ancora più semplice: aggiungo il succo di limone alla panna e la monto, senza bisogno di attendere. E' perfetta, anche confrontata con l'originale. Complimenti di nuovo. Ciao.

    RispondiElimina
  27. faccio spesso il burro con le fruste, e il siero di risulta finisce sempre in qualche ciambellone o muffin :) la panna acida mi tornerà utile!

    RispondiElimina
  28. è proprio vero, ci voleva proprio un blog così,complimenti ERICA

    RispondiElimina
  29. ciao, si tratta di panna fresca (grassi 35% - banco frigo) o panna da cucina (grassi 20%)?

    RispondiElimina
  30. Perdonami, mi riferivo alla panna usata nella ricetta per la panna acida. Grazie.

    RispondiElimina
  31. per la panna acida panna da cucina la classica, io ho utilizzato quella cn il soldino della coop ^_^ ma qualsiasi panna va bene ;)

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram