10 gennaio 2012

Ramekin di carote e occhio di bue e... un po' di coscienza ci vuole!

NO.
Ci sono cose che non tollero proprio: e una di queste da ieri è il foie gras: si, proprio lui: il patè più figo che ci sia.
E pensare che me lo son mangiata (e pure con un certo gusto perchè ammettiamolo: è buono! eccome se è buono) ma non oseròmai più toccarlo con un dito.
Non me ne vogliano i patiti ma da quando ho letto come viene fatto proprio non mi và.
Foie gras significa letterlamente Fegato grasso.
Prodotto con fegato "malato" di oche che  vengono forzatamente e più volte al giorno sovranutrite, tenute in gabbiette piccole in modo che possa ingrossarsi il fegato per fare il tanto chic foie gras.


No. 
Gli animali non sono un scherzo, la natura non è uno scherzo!
Non si torturano altri esseri viventi solo perchè l'essere umano nella sua immensa mania di onnipotenza  ha bisogno di mangiare cose chic!
E di questo ne ho già parlato qui per le uova.
Gli animali vanno trattati con rispetto... e ognuno dovrebbe informarsi su ciò che mangia.
 Anche perchè, non ci rimette solo la natura ma anche la vostra salute.


Questa è una cocottina veloce ma davvero buona è ottima perchè comprende tutto ciò che occorre per un buon pasto quindi affiancata ad una buona insalata è un pasto completo e salutare :)



Ingredienti per 4 persone:
150 gr di prosciutto cotto
4 noci di formaggio spalmabile
4 fette di pane in cassetta
3 carote
1\2 cipolla
4 uova (di galline felici)

Procedimento:
  • Tritate a cubetti il prosciutto cotto
  • Pulite le carote e tagliatele a rondelle, tritate la cipolla
  • In una padella soffriggete la cipolla in un filo di olio
  • Aggiungete il prosciutto cotto e fate insaporire bene
  • Aggiungete le carote e portate a cottura
  • Premendo la cocotte sulla fetta di pane ottenete un cerchio
  • Utilizzando il cerchio di pane formate la base della cocotte
  • Aggiungete una noce di formaggio spalmabile
  • Aggiungete il composto cotto in precedenza
  • Aprite un uovo sulla cocotte e infornate a 180°C per 20 minuti
note personali:
- E' una ricetta altamente personalizzabile. sia l'affettato che la verdura posson esser cambiati a seconda dei gusti personali.

Ti potrebbe interessare anche:

28 Commenti

  1. sono perfettamente d'accordo con te , è giusto mangiare ma non per questo maltrattando inutilmente gli animali, io non ho mangiato mai questo patè di oca perchè già avevo visto immagini orribili (che scusa ma non ho voluto rivedere nel tuo video) , quindi cara viva la buona cucina ma senza far soffrire inutilmente gli animali, ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Concordo cara Erica con quanto hai scritto, e il tuo patè è divino!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. http://www.bol.it/libri/Se-niente-importa.-Perche/Jonathan-Safran-Foer/ea978886088113/ ti rispondo con questo link, io ho cambiato un po' le mie abitudini alimentari, certo non ho mai pensato nemmeno di mangiare il foie gras (sapevo come veniva prodotto) ma ho scoperto un mondo attraverso quel libro, l'azienda zootecnica italiana è ai livelli di quella americana solo nel campo degli avicoli, fortunatamente non per quanto riguarda i bovini e gli equini. Cmq ti consiglio di leggerlo rimarrai inorridita e stupita della crudeltà umana.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo lo sapevo! Di come viene prodotto il foie gras intendo! E delle aragoste cucinate vive ne vogliamo parlare?
    Ho sempre più la tentazione di diventare vegetariana!
    Di sicuro con queste cocottine basterebbero a fare la mia felicità, anche senza prosciutto! Con l’ovetto sono sempre andata a nozze :)

    RispondiElimina
  5. ho mamma mia meno male che non ,'ho mai assaggiato !! che crudeltà!

    RispondiElimina
  6. Per fortuna che io non lo mangio! Questa cocotte invece la gusto molto volentieri :-)

    RispondiElimina
  7. E già, purtroppo è proprio così che viene fatto il foie gras, ed è lo stesso motivo per cui anch'io l'ho bandito da casa.
    Diciamo pure che sopravvivo benissimo senza paté di fegato e, se proprio mi dovesse mancare, ho la ricetta di un'amica per farlo in casa con ingredienti che trovi in qualsiasi macelleria, anche del super, ottenuti senza un sacrificio animale maggiore di quello della normale macellazione con cui si ottiene una bistecca o uno spezzatino.
    Abbasso le crudeltà inutili e gratuite sugli animali!!!

    RispondiElimina
  8. Ci rendiamo conto che questo è tutto "legale"?? Povere Oche!!! Erica sostengo le tue teorie e...le tue ricette :) Io mi sa che la rifaccio con l'ovetto delle galline della mamma che vi assicuro sono Libere!! Bacio!

    RispondiElimina
  9. Non ne sapevo nulla, ma hai fatto benissimo ad illuminarci. Prima di tutto viene il rispetto per gli altri esseri viventi, e poi segue un buon piatto!

    Ottima ricetta, mi piace molto;)

    RispondiElimina
  10. Nemmeno io sapevo di questa cosa, ma il problema per me non si pone...non l'ho mai assaggiato in vita mia e adesso so che mai lo farò per una ragione in più! Un bacione Amica! PS - hai poi smesso definitivamente di fumare? Ci sei riuscita? ;-)

    RispondiElimina
  11. Conosco purtroppo i metodi per ottenere i foie gras e da tempo se posso mi schiero contro tutto questo, a parte il fatto che non mi piace per niente ma poi non esiste proprio, come anche le aragoste e gli astici bolliti vivi...no, no e no!!!E' crudele ed è una vergogna! Il tuo piattino invece è una meraviglia!PS Ho scovato in rete un bannerino contro il foie gras se vuoi te lo mando via mail, fammi sapere...un bacio enorme bella!

    RispondiElimina
  12. sono daccordissimo con te... su tutto.. e complimenti per la ricetta!!

    RispondiElimina
  13. Anche io adoro il foie gras, e questa del fegato malato non la sapevo ... che orrore ....

    come va senza sigarette ?!?!?!

    RispondiElimina
  14. Ciao!
    Non ho il coraggio di guardare il video che hai messo. Anche io ho visto come fanno con le uova...una cosa orribile!
    Hai ragione gli animali sono animali...e vanno rispettati!
    Per fortuna il foie gras non mi ha mai ispirato e non l'ho mai mangiato! Povere oche...
    Ciao, un bacio!

    RispondiElimina
  15. @ Ambra, si te ne sarei grata!!
    @ mascia: fila tutto liscio e non ho più fumato! ^_^

    RispondiElimina
  16. Avevo proprio bisogno di una bella idea per stasera e in frigo ho delle carote e un paio di uova. Mi sa che prendo spunto da questa cocottina.

    RispondiElimina
  17. Non mangerò mai più foi gras.
    Hai fatto bene a ribadirlo!
    La tua cocottina è una vera bontà,
    da preparare subito.
    Bravissima

    RispondiElimina
  18. non ho mai mangiato il foi gras e ora non lo mangerò nemmeno in futiro!!!
    bella e buona la tua cocottina!!! baci

    RispondiElimina
  19. sono d'accordo con te su quelle povere oche. Non so veramente come la gente può continuare a mangiare quella roba.. bella ricetta comunque (:

    RispondiElimina
  20. Condivido quello che dici! Comunque il foi gras non l'ho mai mangiato e non ci tengo a farlo!Ottima invece la tua ricetta!Ciao

    RispondiElimina
  21. Condivido in pieno quello che hai scritto, non ho mai mangiato il foi gras e mai lo mangerò!
    La tua ricettina invece mi piace molto.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  22. Anche io non mangio Foi Gras, ma devo dire che ci sono aziende che producono del fegato grasso di qualità utilizzando metodi più umani. Mi piacciono molto queste cocottine...replicherò presto! Bupna giornata ciao

    RispondiElimina
  23. Non sapevo venisse prodotto così. Continuerò a non mangiarlo. Stessa cosa per il kebab, da quando ho scoperto in cosa consiste il metodo di macellazione halal (o come si scrive)non ne ho piú mangiato(e mi chiedo comesi possa permettere che in Italia venfano aperte queste macellerie)

    RispondiElimina
  24. il video l'ho saltato perchè so benissimo come sia l'allevamento di quei poveri animali, meglio passare alle cocottine....e vediamo se il commento funziona!

    RispondiElimina
  25. Condivido appieno tutto, una volta ho visto un video vecchissimo su come venivano nutrite forzatamente le poverelle...una donna le apriva il becco forzatamente e un altra le metteva un tubo in gola pressando il cibo!!! le gabbie??? nn potevano nemmeno fare un passo e in quella trasmissione dicevano che negli anni passati usavano addirittura inchiodare le loro povere zampe al pavimento della gabbia!!! ti avrei fatto vedere lo sguardo della poverella mentre le pressava il mangiare....una pena!!!!

    RispondiElimina
  26. Condivido, gli animali e la natura vanno rispettati altrimenti...si ribelleranno! Deliziosa la tua cocottina, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram