Corso base di sushi: Come preparare i Nighiri

Bentornati ad una nuova lezione del corso di base per imparare a farsi il sushi in casa, oggi, per la prima volta nel corso iniziamo con la preparazione del sushi vero e proprio: faremo i nigiri.


I nighiri sono delle palline di riso gohan di forma cilindrica al di sopra del quale viene posizionata una fettina di pesce cotto (come nel caso del gambero che vedremo sotto) o crudo come io ho fatto con il salmone.

Esiste un procedimento speciale per fare i nigiri composto da movimenti delle mani e delle dita ben particolari, che io ho deciso volutamente di tralasciare visto che occorre un certo grado di esperienza e manualità, ma se siete curiosi potrete cercare video su youtube.

Detto questo, io ho deciso di preparare due tipi di nighiri:
Come preparare i Nighiri
 Ebi-nighiri: con il gambero cotto
Sake-nighiri: con salmone crudo

Partiamo da ciò che accomuna entrambi: ovvero la preparazione della polpettina di riso:
  • Una volta preparato il riso per sushi (come indicato in questa lezione
  • bagnatevi le mani con un mix di acqua e aceto di riso in modo tale che ilriso non vi si attacchi e che la lavorazione sia più facile e prendete una piccola quantità di riso.
  • Considerate che il riso che prendete deve essere la quantità di un solo boccone, quindi evitate di esagerare.
  • Cercate di lavorare il riso il meno possibile e di conferirgli una forma cilindrica allungata e la vostra polpettina è pronta.

Per il SAKE-NIGHIRI: a questo punto vi basterà prendere una fettina di pesce fresco a vostra scelta e posizionarla sopra, se volete aggiungendo wasabi (pochissimo!!) sotto la fettina di pesce.
Per l' EBI-NIGHIRI dovete preparare anche i gamberi seguendo uno speciale procedimento altrimenti con la cottura tradizionale rischiate di avere un gambero arricciolato e non bello dritto come quelli che di solito si trovano nei ristoranti giapponesi.

cottura del gambero per il sushi

Prima di spiegarvi bene le foto del passo passo, è bene chiarire una cosa: occorrono dei gamberi semplici, io non avendone trovati particolarmente freschi ho preso dei gamberoni che però si sono, ovviamente rivelati troppo grandi, quindi nella scelta del gambero evitate quelli troppo piccoli, i gamberetti, e quelli troppo grandi, i gamberoni, scegliendo per la via di mezzo: il gambero giust'appunto.

  1. Prendete dei bei gamberi freschi e munitevi di stecchi per spiedini, infilzate lo spiedino nella fessura tra la testa ed il resto del corpo, mantendovi vicino al carapace fino alla coda.
  2. Ripetete l'operazione per tutti i gamberi,k questo servirà ad evitare che il gambero si arriccioli in cottura.
  3. Portate a bollore l'acqua con un cucchiaio di Sakè e un pizzico di sale e immergetevi i gamberi per 3 minuti, trascroso il tempo prelevateli dalla pentola e immergeteli in acqua fredda in modo da bloccare immedietamente la cottura.
  4. Eliminate gli spiedini, ed il carapace, poi un coltello tagliente aprite il gambero partendo dalla parte inferiore a libro.
  5. Eliminate adesso il filo intestinale ed i vostri gamberi sono pronti da essere messi sopra la polpettina: così avrete ottenuto gli Ebi-nighiri.
E anche questa lezione è terminata, un ringraziamento speciale va a Sushitalia che mi ha speigato questo metodo di cottura del gambero, ci vediamo alla prossima lezione  su come fare gli Hosomaki!

In collaborazione con:
http://www.sushitalia.com/

Non mancate vi aspetto Lunedì prossimo!


Title of image

1 commento:

  1. ma quante cose meravigliose che mi sono persa nella mia lunga assenza ?!?!
    il tuo blog resta sempre una magnifica fonte di ispirazione…mi perdo un altro po' nelle tue ricette. ti abbraccio nahomi.

    RispondiElimina