29 luglio 2015

Riso basmati al vapore con crosta allo zafferano Tadig - Foto passo passo


Come è noto il riso basmati è l'ingrediente base della cucina medio-orientale.
Si atteggia un po' come il nostro pane: accompagna cibi saporiti, sazia, nutre.
Ogni paese ha i suoi modi di cucinarlo e soprattutto di servirlo, e se in oriente questo viene semplicemente cotto al vapore e servito bianco, nel medio-oriente viene molto spesso arricchito con spezie, tra cui, quella principe della cucina persiana: lo zafferano.
Il riso allo zafferano di cui vi ho già parlato qualche volta viene arricchito con bacche e con frutta secca, altre volte, invece, in cui ci sono occasioni speciali viene cucinato con la crosticina croccante ed utilizzato per accompagnare carni sugose.


La ricetta l'ho presa da Shoreh, vi avevo già parlato di lei nell'articolo sulle zuppe persiane, se non conoscete il suo blog... dovete scoprirlo: La mia cucina persiana.
Come si fa a non adorare una persona che inizia il suo articolo così:  Carissimi i miei lettori con tanta gioia vi insegno di fare il riso basmati al vapore con la crosta allo zafferano.?
Ditemelo.
Il punto è che negli articoli di Shoreh si legge della sua terra.
Le sue ricette portano indietro nel tempo a quando lei era bambina ricordandone profumi, sapori, tradizioni e lontano nello spazio verso la sua adorata terra.
Le sue ricette sono una poesia e lei è di una gentilezza squisita, non la conosco di persona ma so che è fantastica.



La crosta di riso allo zafferano è croccantissima, ed in persiano si chiama TADIG che come dice Shoreh significa "sotto la pentola", lei racconta che in famiglie numerose, durante i giorni di festa tutti vogliano almeno un pezzo di Tadig arrivando persino a fare piccole baruffe per accaparrarsene un po'.
Mi ricorda tantissimo quando c'è la porchetta con la cotenna croccante eheheheh, una versione di tadig tutta toscana ;)
Ma apparte gli scherzi, passiamo alla ricetta!
 Note iniziali
 - il riso basmati: ne esistono infinite tipologie, da quella più pregiata che mantiene meglio la cottura,a quella meno pregiata che invece in pochi minuti è già cotta.
Di solito nei nostri supermercati si trova un riso basmati che ha bisogno soltanto di 5-7 minuti di cottura quindi i tempi della mia cottura si sono molto ridotti rispetto a quelli indicati da Shoreh. Se anche voi avete il riso basmati che si compra nei supermercati i miei tempi sono perfetti.
- La pentola dove cuocere il riso in crosta deve essere assolutamente antiaderente o non riuscirete a staccare il riso.
- Il coperchio deve coprire perfettamente la pentola, non utilizzatene uno più grande o uno più piccolo perchè il vapore fuoriuscirebbe troppo in fretta.
- Lo zafferano: scegliete quello buono!

Ingredienti per 2 persone
60 gr di burro
200 gr di riso basmati
1 bustina di buon zafferano, o pistilli
120 gr di acqua
1 pizzico di sale

Procedimento:
  •  Lavate il riso fino a che l'acqua non sarà più bianca in modo da eliminare l'eccessso di amido, una volta finito questo passaggio copritelo con acqua fredda a cui aggiungere un pizzico di sale.
  • Nel frattempo portate a bollore abbondante acqua e versateci il riso lavato e scolato, cuocete per 3 minuti* 
  • Scolate e mettete da parte
  • In una padella mettete il burro con l'acqua e lo zafferano, portate a bollore affinchè lo zafferano sprigioni tutti i suoi aromi.
  • Quando il bollore è raggiunto il composto sarà così:
  • Dividetelo in due parti ed una mettetela da parte, servirà dopo:
  • A questo punto in una padella antiaderente padella mettete il riso avendo cura di non mescolare ma di appiattire leggermente con un mestolo di legno affinchè la crosta non si rovini.
  • Questo è un passaggio fondamantale perchè è qui che si formerà la crosticina, il riso non va assolutamente toccato! praticate dei buchi appoggiando il manico del mestolo sul riso affinchè il vapore salga meglio e chiudete con un coperchio.
  • Fate cuocere così per 5 minuti a fuoco alto, non abbiate paura, non brucia! All'inizio sentirete sfrigolare, dopo circa 3-4 minuti lo sfrigolio scompare, attendete altri due minuti dalla fine dello sfrigolio e poi aprite il coperchio e con un cucchiaio aggiungete anche il liquido restante come vedete nella foto sottostante.
  • Chiudete di nuovo con il coperchio, mettete la fiamma al minimo - deve essere leggerissima!!- e fate cuocere così per 20 minuti.
  • Trascorsi questi 20 minuti spengete e fate riposare ancora coperto per altri 5 minuti, poi posizionate il piatto da portata sulla padella rovesciate ed è pronto!








Ti potrebbe interessare anche:

1 Commenti

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram