22 gennaio 2012

Ragu' di cinghiale


Cucinare del cinghiale richiede molto tempo:quindi se cercate una preparazione breve non siete nel posto giusto; Fondamentale per un tipo di carne dall'odore e dal sapore forte di selvaggina come questa è una lunga e "odorosa" marinatura.


Questa è una ricetta della mia mamma, uno dei suoi cavalli di battaglia: è una ricetta collaudata nel tempo che solo la cattiva qualità degli ingredienti utilizzati può rovinare: come per ogni piatto la qualità va preferita alla quantità quindi fate ben attenzione: sotto vi darò tutte le indicazioni necessarie :)
 Marinare la carne di cinghiale:

Ingredienti
2 carote a pezzi
1 bella cipolla divisa in 4
2 costole di sedano in pezzi
4 o 5 foglie di salvia
2 rametti di rosmarino
4 rametti di prezzemolo
2 spicchi di aglio
7 o 8 bacche di ginepro leggermente schiacciate
5 o 6 chiodi di garofano
una bella grattata di noce moscata
spezie toscane: Se non riuscite a reperirle potete ometterle
due bei pizzichi di fiore di finocchio selvatico
vino bianco e vino rosso qb (circa 1 lt ciascuno)
2 kg di carne di cinghiale a cubi molto grandi

Procedimento:
  • Porre la carne di conghiale in un contenitore con tutti gli ingredienti descritti sopra.
  • preparare un composto con i due vino in parti uguali ed aggiungerlo sopra la carne fino a coprire il tutto.
  • Chiudere con un coperchio e lasciare marinare non meno di 16 ore.
  • Scolate la carne buttate via tutto ciò che avete utilizzato per la marinatura e procedete a fare il ragù
Cucinare il Ragù:
Ingredienti
3 lt circa di passata di pomodoro
1 tazzina di concentrato di pomodoro
2 kg di carne di cinghiale già marinata
700 gr di carne macinata di vitella
4 salsiccie
2 costole di sedano
2 carote
1\2 cipolla
4 o 5 bei rametti di prezzemolo
1 spicchio di aglio schiacciato e privato dell'anima
olio evo qb
1 bicchiere di vino bianco
2 rametti di rosmarino + 4 foglie di alloro


Procedimento:
  • Preparate un battuto con la cipolla, il sedano, le carote, l'aglio ed il prezzemolo e ponetelo in una bella pentola di coccio (o dal fondo alto) con olio extravergine di oliva.
  • Fate ben insaporire questi odori soffriggendoli dolcemente aggiungendo anche 2 rametti di rosmarino e 4 foglie di alloro.
  • Alazate il fuoco ed aggiungete la carne: noterete che si formerà dell'acqua di cottura: continuate con il fuoco alto finchè non sentirete che tutta l'acqua di cottura è evaporata e la carne soffrigge.
  • Fate soffriggere un po' la carne in modo che si insaporisca poi sfumate con il bicchiere di vino bianco.
  • Solo quando il vino sarà sfumato aggiungete il pomdoro ed il concentrato.
  • A questo punto porre a fuoco molto, molto basso e far cuocere per minimo 8 ore con il coperchio, se dovesse servire aggiungendo un bicchiere di acqua ogni tanto.
Note personali:
- Per una cottura ottimale chi ha la fortuna di possedere uan stufa a legna con ripieno cottura (come la mia mamma) utilizzi quella.
- La qualità degli ingredienti è fondamentale quindi:
Utilizzate un vino di qualità per la marinatura e per sfumare: non prendetene uno troppo economico pensando "dopo tanto dovro' buttarlo" perchè il ragù ne risentirà;
Le erbe aromatiche devon essere fresche. assolutamente no a rosmarino e salvia essiccati;
Il macintao deve essere di ottima qualità prendete un bel pezzo di groppa e fatevelo macinare dal vostro macellaio di fiducia :);
- sarebbe bene battere gli odori per il ragù  (nb! non per la marinatura!) a mano: munirsi della classica mezzaluna e tritare bene sedano, cipolla, carota, aglio e prezzemolo.

Ti potrebbe interessare anche:

20 Commenti

  1. Anche io lo cucino spesso :) Comunque complimenti per la presentazione....Erica è bellissima! :):)

    RispondiElimina
  2. a parte che il ragù me lo sparerei tutto col pane (sono cintura nera di scarpetta), la tua foto è fantastica. Bravissima!
    Se ti va passami a trovare, mi fa piacere conoscere foodblogger appassionate ;o)

    RispondiElimina
  3. ma sai che non l'ho mai fatto!ma proprio invitante!!!!!!!!
    ti lascio il link dei tartufuni:
    http://federicaincucina.blogspot.com/2012/01/tartufini.html ciao!

    RispondiElimina
  4. fighissimo lo scaldapanni!!!!!!!!!!!
    e per la carne...ci vorrei provare,ma non so dove comprarla,perche' al super qualcosa si trova..ma non so...non capisco se e' gia' stata mariunata o no...tu che dici?

    RispondiElimina
  5. ragù saporito e avessi la stufa!!!! la grafica mi piace molto , ho visitato i blog che hai restaurato si fa per dire , mi piacciono parecchio , passa da me e dimmi cosa potrei modificare, ho bisogno di consigli, grazie!

    RispondiElimina
  6. http://federicaincucina.blogspot.com/2012/01/tartufini.html

    RispondiElimina
  7. Mi piace molto il ragù di cinghiale, ho imparato a mangiarlo qui in Toscana,dove sanno farlo benissimo e mi sembra che sia lo stesso sistema che usa la tua mamma, deve essere delizioso, complimenti a voi per la ricetta e per la bellissima presentazione... buona domenica!

    RispondiElimina
  8. buonissimo !!!
    complimenti per i blog che hai rivestito davvero molto molto belli !

    RispondiElimina
  9. @carla non saprei davvero come esserti di aiuto, non l'ho mai comprata al super... ma credo non sia già marinata.. altrimenti la carne si sciuperebbe :)

    RispondiElimina
  10. ciao Erica, non ho mai assaggiato il ragù di cinghiale...però amo il cinghiale in umido quindi credo sia buonissimo.
    Bella la grafica, un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Erica! Ma io mica lo sapevo che facevi la stylist dei blog! quasi quasi ci faccio un pensierino, il mio avrebbe bisogno di una bella rinfrescata! E questo sugo...mmmh, sembra delizioso! A casa mia cuciniamo spesso il cinghiale grazie allo zio, abile cacciatore, e questa tua ricetta potrebbe essere un interessante e gustosa variazione al nostro ragù! ;-)

    RispondiElimina
  12. wowww per la ricetta e per l'attrezzino utiissimissimo in inverno .ragu' da leccarsi i baffi

    RispondiElimina
  13. questa e' una scoperta e sei bravissima a rifare lo stylist del blog! a dire la verita' non so come funziona ma io mi metterei in lista anche per il mio:-) fammi sapere... il tuo ragu' e' troppo buono! baci

    RispondiElimina
  14. ciao Eri il cinghiale è buonissimo lo mangio spesso quando vado dal fidanzato..lo scalda panni alla fine lo hai trovato ahahah kiss!

    RispondiElimina
  15. Il mio ragazzo ha un bosco pieno di cinghiali, ogni tanto sua zia ce lo prepara, ti lascio immaginare O_O

    RispondiElimina
  16. hai fatto davvero un bel lavoro...sia per i blog che per il ragù! ahahahahah mmm non puoi capire quanto adoro il ragù! posso venire da teeeee? ti prego ti prego :) cosi vedo anche la pentola! hihihi bacione

    RispondiElimina
  17. @Love at first bite! facciamo cambio?? io dò il ragù a te... e tu i gnocchi neri a me!!!! eheheh ^_^

    RispondiElimina
  18. La parte più difficile è sempre quella di procurarsi un cinghiale.. Sono molto poco inclini a collaborare alla riuscita del ragù..

    RispondiElimina
  19. @Francesco d'Elia Francesco non le nego che ho trovato il suo commento estremamente ironico :) come darle torto!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Google+ Followers

Instagram